Cronaca - 30 novembre 2021, 11:14

Movida, ecco perché sono stati chiusi nelle ore notturne i nove locali del centro storico

La misura non è preventiva, ma nasce in seguito ai rilievi che il Comune ha effettuato nelle ultime settimane

Movida, ecco perché sono stati chiusi nelle ore notturne i nove locali del centro storico

Sta facendo discutere il provvedimento dell'ufficio commercio del Comune di Genova che ha disposto la chiusura notturna, nei week end e nei festivi, fino al 31 gennaio, di nove locali della movida del centro storico, accontentando di fatto i comitati, i quali avevano chiesto a gran voce la chiusura di tutti i locali alle 23.30.

La misura non è preventiva, ma nasce in seguito ai rilievi che il Comune ha effettuato nelle ultime settimane e riguardano il numero di volte che gli agenti della polizia locale sono dovuti intervenire per risse e tafferugli, quante volte sono stati osservati assembramenti davanti ai locali, quante volte sono stati sforati i decibel consentiti e quante volte gli operatori Amiu hanno trovato rifiuti per terra nei pressi delle attività.

Il risultato è il provvedimento che ha disposto la chiusura di 'Asinelli', Gio.Si in via Canneto il Lungo, Fitz in via delle Grazie, Atmosfera, Boss, La Vita e Rosso di Sera in via San Donato, Tequila in piazza Ferretto, Birreria Moretti in piazza San Bernardo.

Il Comune tuttavia non esclude un confronto con i titolari delle attività sanzionate, per eventualmente allentare le misure, il cui risultato, secondo alcuni, non sarà che quello di allontanare la mala movida che troverebbe posto in altri locali. "Dipende da quanti locali rimangono a offrire chupiti a un euro", commenta a La Voce di Genova l'assessore alla polizia locale Giorgio Viale.

Francesco Li Noce

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

SU