/ Economia

Economia | 20 settembre 2019, 17:55

Infestazioni di insetti? Ecco le migliori trappole fai-da-te

Si annidano in punti nascosti o irraggiungibili delle nostre case, mettono su famiglia e occupano abusivamente il territorio senza aver ricevuto alcun permesso.

Infestazioni di insetti? Ecco le migliori trappole fai-da-te

Con l’arrivo della bella stagione arrivano anche loro: gli insetti. Si annidano in punti nascosti o irraggiungibili delle nostre case, mettono su famiglia e occupano abusivamente il territorio senza aver ricevuto alcun permesso. Spesso, la loro presenza permane anche dopo la fine dell’estate: alcuni vanno in letargo, altri continuano ad andarsene in giro turbando giornate tranquille.

Prima di rivolgersi a professionisti del settore, è possibile creare delle vere e proprie trappole con del materiale che, generalmente, si trova già in casa, provando a risolvere il problema con poche e semplici mosse.

Trappole per vespe

Tra gli insetti volanti, sono forse quelli più temuti perchè veloci e aggressivi. Inoltre, una loro puntura non solo è dolorosa, ma può causare gravi conseguenze a chi ne fosse allergico. Non bisogna confonderle, tra l’altro, con le api, per natura più pacifiche e meno aggressive, che attaccano solo se si sentono in pericolo.

Per costruire un’efficace trappola per vespe serviranno:

  • una bottiglia di plastica;

  • del nastro adesivo;

  • olio da cucina;

  • succo di frutta o acqua e zucchero;

  • dello spago.

Reperito l’occorrente, si potrà procedere in questo modo:

  • tagliare la parte superiore della bottiglia e spalmare di olio la parte interna di quella restante che, diventando scivolosa, impedirà alle vespe di risalire una volta entrate;

  • riempire il fondo della bottiglia con il succo di frutta, capovolgere la parte superiore della bottiglia ed inserirla in quella inferiore, in modo da creare un cono verso il basso. Fissare tutto con il nastro adesivo;

  • in ultimo, applicare lo spago in modo da poter appendere la trappola in un punto strategico.

Trappole per zanzare

Lo stesso sistema è valido anche per catturare le zanzare, basta semplicemente cambiare il contenuto con una miscela di zucchero, acqua e lievito secco.

Occorrente:

  • 1 tazza di zucchero;

  • 1 tazza di acqua calda;

  • 1 bustina di lievito in polvere;

  • 1 tazza di acqua a temperatura ambiente.

Procedimento:

  • mescolare lo zucchero con l’acqua calda, aggiungere il lievito e versare il composto all’interno della bottiglia, unendo anche l’acqua a temperatura ambiente;

  • coprire con pellicola trasparente e lasciare riposare in un luogo caldo e umido per circa una settimana;

  • una volta che il lievito sarà fermentato, appendere la bottiglia in luogo strategico.

Trappole per cimici e scarafaggi

Gli insetti più indesiderati in assoluto solo loro: cimici e scarafaggi. Si nutrono di briciole e resti di cibo, anche se possono farne a meno per decine di giorni sopravvivendo ugualmente, e riescono ad intrufolarsi anche tra le fessure più strette.

Se la mancanza di cibo non comporta grandi sofferenze, questi insetti non riescono proprio a sopravvivere senza acqua, ed è su questo punto debole che si basa la preparazione della trappola.

L’occorrente sarà sempre lo stesso utilizzato per vespe e zanzare, con la variante del contenuto: dovrà essere un succo molto dolce, come mango o papaya. Inoltre, le pareti interne della bottiglia dovranno essere molto unte, soprattutto per gli scarafaggi, che riescono a risalire anche superfici lisce e scivolose. La trappola, poi, dovrà essere posizionata in una zona buia e vicino ad una fonte d’acqua, come il lavandino o i sanitari.

Trappole per moscerini della frutta

Si tratta di insetti molto fastidiosi a causa della loro capacità di riprodursi in tempi record e della difficoltà di eliminarli facilmente, considerando che è impossibile togliere dalla circolazione tutte le loro fonti di cibo, soprattutto in estate.

Ma anche per loro esiste una trappola efficace, che richiede:

  • 1 vaso o 1 ciotola in vetro;

  • pellicola trasparente;

  • elastico;

  • stuzzicadenti;

  • cibi dolci (es. marmellata, miele, frutta);

  • aceto balsamico, vino o birra da far fermentare;

  • olio;

  • acqua.

Procedimento:

  • posizionare la frutta o la marmellata sul fondo del vaso e aggiungere vino/birra/aceto in parti uguali fino a coprire il contenuto;

  • aggiungere circa mezzo cucchiaino d’olio, coprire con la pellicola trasparente, fissarla con del nastro adesivo e creare dei piccoli fori con uno stuzzicadenti;

  • i moscerini verranno attratti dal cibo dolce, zuccherato e fermentato, entreranno e non riusciranno più ad uscire.

Trappole per ragni

Si dice che i ragni portino fortuna, ma la loro presenza in casa non è comunque quasi mai gradita. Quest’ultima può essere arginata sigillando eventuali fessure ed applicando zanzariere a porte e finestre, ma possono anche essere spaventati affinchè non ritornino. I ragni, infatti, non gradiscono gli odori molto forti e la trappola fai-da-te si basa proprio su questo.

Occorrono:

  • 1 flacone spray;

  • detersivo per piatti liquido;

  • olio essenziali di limone, citronella, pompelmo o lavanda;

  • acqua.

Procedimento:

  • riempire il flacone spray di acqua e aggiungere alcune gocce di sapone per piatti e di olio essenziale (a scelta tra quelli elencati);

  • spruzzare intorno a ragnatele e fessure il contenuto, in modo abbondante e continuativo, in modo che l’odore permanga a lungo;

  • le fragranze forti di limone, citronella, pompelmo o lavanda terranno i ragni lontani e molto probabilmente risolveranno il problema. Generalmente, si infastidiscono talmente tanto da non tornare indietro.

Oltre ad essere semplici da realizzare, queste trappole si dimostrano funzionali ed efficaci. Nella maggior parte dei casi risolvono il problema ma, se si ha di fronte una vera e propria infestazione di insetti, allora è il caso di cambiare strada. Le opzioni sono due: acquistare prodotti professionali ed indicati proprio per la lotta agli insetti (come gli insetticidi) o rivolgersi direttamente ad una ditta specializzata che possa mettere fine alla loro presenza in casa. Spesso le due strade coincidono in un unico fornitore, come nel caso di Igiene al tuo Servizio che, se da una parte offre materiale specifico per contrastare la presenza degli insetti, dall’altra garantisce servizi di disinfestazione professionali e dal risultato garantito.





ip

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium