Naturalmente Silvia | 21 novembre 2019, 17:00

La linea sì, ma prima la salute

Scopri quali sono le 5 indicazioni pratiche per ridurre il peso corporeo imparando a mangiare correttamente

La linea sì, ma prima la salute

Un recente studio dell'Osservatorio FederSalus condotto con l'intervento di un pool di esperti tra cui nutrizionisti, dietologi, psicologi,e medici generici ha messo in evidenza che anche nel nostro Paese molte persone soffrono il problema del sovrappeso che in casi estremi si trasforma in obesità.

Le cause principali di questa situazione sono i comportamenti errati e uno scorretto stile di vita. L'obesità in Italia è cresciuta del 25% negli ultimi 5 anni: la causa dell'eccesso di peso è una questione legata all'apporto energetico e al dispendio energetico. Quando per un certo periodo di tempo, l'apporto di energia è superiore al dispendio si sviluppano sovrappeso e obesità. Il nostro corpo in un certo senso si comporta come una macchina ,per funzionare ha bisogno di combustibile in una forma particolare chiamata CALORIA. L'organismo ricava le calorie necessarie dagli alimenti e in particolare da zuccheri grassi e proteine. Attraverso il metabolismo l'organismo “brucia” questa energia introdotta con l'alimentazione per far fronte a qualsiasi tipo di attività.

Spesso però si assimilano troppe calorie rispetto a quelle che siamo in grado di bruciare, questo a causa di una scarsa attività fisica e di una vita sedentaria.

Se avete scoperto di essere in sovrappeso non cercate di perdere molti chili in poco tempo con diete squilibrate o inutili digiuni poiché andreste incontro a gravi problemi metabolici e a risultati temporanei.

Per recuperare la forma fisica la DIETA più efficace e duratura è l'EDUCAZIONE ALIMENTARE imparare a mangiare dandosi regole precise che piano piano entreranno a far parte della nostra vita senza traumi o tristezza.

Numerosi studi scientifici hanno dimostrato che l'indice glicemico è in grado di influenzare l'aumento o la perdita di peso .

L'indice glicemico è il glucosio (lo zucchero) che viene immesso nel nostro corpo dai carboidrati presenti in ogni cibo più questo è basso più è lento il rilascio di glucosio nel sangue e minore quindi la produzione d'insulina mentre quando un alimento ha un alto indice glicemico ha una rapida emissione di glucosio e una elevata produzione d'insulina che favorisce l'accantonamento dello zucchero a livello cellulare. Quando questo avviene spesso si ha l'aumento di peso.

Non cediamo alla tentazione di seguire diete monotematiche (ex.DIETA DEL

MINESTRONE, DIETA DEL PROSCIUTTO COTTO, DIETA DELL'ANANAS....) non affidiamo il nostro dimagrimento a veri e propri cocktail d'integratori (quello per drenare, per accellerare il metabolismo,per ridurre la fame...) ma utilizziamoli in supporto ad una alimentazione bilanciata e corretta che oltre a farci perdere peso ci regalerà energia , benessere e nuove buone abitudini.

Ecco 5 indicazioni pratiche per ridurre il peso corporeo imparando a mangiare.

Regola n°1

L'organismo ha bisogno di porzioni adeguate di proteine magre, che stimolano il rilascio dell'ormone glucagone, noto perchè svolge un'azione opposta all'insulina .

Quando nel corpo non sono presenti livelli sufficienti di questo ormone ci si sente affaticati, mentalmente deboli e stanchi. Quante consumarne durante ogni pasto?Seguite questa semplice regola:dividete il piatto idealmente in 3 e occupatene un terzo con le vostre proteine magre.

Regola n°2

Bilanciate le proteine con una giusta quantità di carboidrati particolarmente indicati quelli della frutta e della verdura. La quantità ideale sono i restanti due terzi del piatto.

Regola n°3

Per completare il pasto occorre aggiungere la quota di grassi che rallentano la velocità con cui i carboidrati entrano in circolo e conferiscono al cibo un sapore più gradevole. I migliori grassi da aggiungere al pasto , in piccole dosi , sono quelli presenti nell'olio extravergine, in alcuni frutti oleosi quali le mandorle, anacardi, macadamia e nell'avocado.

Regola n°4

Fare tre pasti e due spuntini al giorno sono l'ideale per mantenere sotto controllo l'insulina e stabilizzare i livelli di glucosio nel sangue nelle 4-6 ore successive ad ogni pasto.

Regola n°5

Praticare attività fisica anche modesta per almeno 30 minuti al giorno. L'esercizio fisico riduce i rischi di malattie cardiache , vascolari, infarto,diabete,ipertensione, osteoporosi,obesità e depressione. Educarsi all'alimentazione è utile per la vita.

Per contattare Silvia Aracari: silvia.arcari73@gmail.com

Segui Silvia Arcari anche sui Social:

Facebook: https://www.facebook.com/Silviarcari/

Instagram: https://www.instagram.com/silvia_arcari_naturopata/

Silvia Arcari

Leggi tutte le notizie di NATURALMENTE SILVIA ›

Naturalmente Silvia

Sono la Dott. Silvia Arcari, Farmacista e Naturopata Funzionale.
La laurea in Farmacia, conseguita presso l'Università di Genova nel 2000, mi ha fornito le conoscenze scientifiche per comprendere i complessi meccanismi che regolano il corpo umano, mentre i miei approfondimenti olistici come Naturopata e la specializzazione in Medicina Funzionale mi hanno resa consapevole di quanto siamo responsabili della nostra consentendomi di applicare durante le mie consulenze la medicina integrata affiancando alle medicine tradizionali quelle naturali.
Questa rubrica mi piacerebbe fosse uno spazio dedicato alla salute naturale, dove le caratteristiche organiche e funzionali dei rimedi erboristici e degli alimenti diventano un tutt'uno con l'organismo supportandolo nelle sue funzioni.

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium