/ Economia

Economia | 14 dicembre 2019, 20:08

Multedo, i lavori alla foce del Rio Rostan finalmente completati

La notizia arriva dall’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Pietro Piciocchi, che ha risposto a un’interrogazione del consigliere Mauro Avvenente: “Autorità Portuale ci ha concesso i permessi, inizieremo a gennaio 2020”

Multedo, i lavori alla foce del Rio Rostan finalmente completati

C’è un limite a tutto, evidentemente. Anche ai ritardi, anche alla vergogna, anche alle inadempienze. Finalmente pare proprio che sia arrivato quel momento, pure per i lavori alla foce del Rio Rostan, che in quel di Multedo sono fermi da circa due anni.

Transenne, griglie ormai divelte dalla forza delle mareggiate, la sabbia e i detriti a intasare l’estuario di questo corso d’acqua che, per quanto piccolo, provoca disagi enormi, specialmente quando piove forte. Perché l’acqua, ostacolata dalla barra alla foce, non defluisce correttamente in mare, viene spinta all’indietro e finisce per fuoriuscire dai tombini, con conseguente allagamento dei sottopassi, chiusura della viabilità, intervento obbligatorio dell’autospurgo, incazzature in serie dei residenti e quant’altro. 

Sono mesi, anzi anni, che la causa di tutti questi problemi è stata individuata con certezza. Mesi, anzi anni, sono passati senza che siano stati completati i lavori. Il cantiere lasciato a metà ha fatto compagnia ai multedesi e ai bagnanti per lungo tempo, con tutti i problemi legati alla sicurezza, mentre consiglieri municipali e comunali di ogni formazione politica hanno continuato a segnalare la questione, chiedendo un rapido quando necessario intervento. 

Tra i più solerti, il consigliere comunale di Italia Viva, ed ex presidente del Municipio VII Ponente, Mauro Avvenente, autore di parecchie interrogazioni a risposta immediata sul tema. L’ultima giovedì scorso, in Sala Rossa a Tursi, dalla quale è scaturito, una buona volta, uno spiraglio. 

Ad Avvenente che incalzava sulla necessità di completare quel cantiere, ha risposto l’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Pietro Piciocchi: “Siamo stati autorizzati, circa dieci giorni fa, dall’Autorità di Sistema Portuale, a riprendere i lavori. Saranno eseguiti da Aster a partire da gennaio 2020 e comprenderanno: rimozione barra a mare, demolizione tratto terminale della soletta di copertura della tombinatura e installazione di griglia metallica, per rendere più agevole il controllo”.

Quanto ai frequenti allagamenti del sottopasso di via Pacoret, lì è previsto un altro tipo di intervento, che è stato illustrato nelle scorse settimane dall’assessore comunale all’Ambiente, Matteo Campora: “L’intervento nel sottopasso di via Pacoret, a ricorrente rischio allagamenti, è un’altra opera molto importante per Multedo. La sua frequente chiusura in occasione delle piogge crea, infatti, disagi sia agli automobilisti che ai residenti. I lavori, del costo di circa duecentomila euro, partiranno a febbraio del prossimo anno e prevedono la realizzazione di una stazione di pompaggio”. 

Sempre nel 2020 si prevede l’inizio dei lavori di riqualificazione dell’ex piscina Nico Sapio, che diventerà un centro polisportivo omologato anche per eventi di tipo agonistico. Il 2020: che sia davvero l’anno della svolta per la martoriata Multedo?

Alberto Bruzzone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium