/ Attualità

Attualità | 04 gennaio 2021, 16:49

50&Più Genova: consegnati a don Valentino Porcile oltre 20 kg di lavori a maglia realizzati da 40 volontari

I circa 150 pezzi saranno distribuiti dalla Caritas parrocchiale di Sturla

50&Più Genova: consegnati a don Valentino Porcile oltre 20 kg di lavori a maglia realizzati da 40 volontari

“Dritto & Rovescio” ha avuto successo oltre ogni aspettativa. Lunedì 4 gennaio 2021, alle ore 14,30, sul sagrato della chiesa della Santissima Annunziata di Sturla, la presidente dell’Associazione 50&Più Genova Brigida Gallinaro ha consegnato al parroco Don Valentino Porcile, 20 chili di lavori a maglia per circa 150 pezzi realizzati in un mese da una quarantina di volontari, anche di fuori Genova. Una montagna coloratissima di sciarpe, gilet, maglioni, coperte, completi da neonato, berretti, calze, guanti, scialli, scaldacollo, poncho, che saranno consegnati dalla Caritas parrocchiale di Sturla a chi ne ha bisogno e saprà apprezzare il filo della solidarietà che sta per avvolgerli in un abbraccio caloroso. Tre saranno i punti di distribuzione: la parrocchia stessa attraverso lo sportello Caritas e i centri di ascolto degli altri quartieri con cui è in contatto, la Rete Genitore-Bambino di cui fanno parte le mamme affidate da Comune di Genova alle varie strutture assistenziali, e infine l’Ospedale Pediatrico Istituto Giannina Gaslini.  

"Voglio dire grazie all’Associazione 50&Più – dichiara Don Valentino Porcile – perché quando il volontariato inventa un modo così bello per essere vicini e utili a chi ne ha bisogno, specialmente in questo periodo di pandemia, chiusura e sofferenza, è una benedizione. Ma soprattutto grazie per avere aiutato a rendersi utili le persone anziane che non possono uscire, non solo per l’emergenza sanitaria ma anche per le malattie. Splendido e geniale. A chi ha realizzato questi lavori dico grazie, grazie, grazie all’infinito. Non è possibile da lontano trasmettere quanto sia stata utile la loro iniziativa. Spero che almeno in parte questo mio messaggio possa arrivare a ognuno di loro".

Don Valentino racconta come il lavoro a maglia sia presente nella sua biografia personale e come questo lo renda ancora più vicino a tutte le persone che hanno contribuito con tanta generosità alla riuscita di questa iniziativa: "Mia zia Fernanda Baroni – racconta – era maglierista di professione e ha insegnato a lavorare con gli aghi, non all’uncinetto, a tutti noi bambini che, nella campagna emiliana, quando non si poteva uscire ci divertivamo a fare coperte con i quadrati di lana colorata".  

Di fronte a tanto slancio, poche sono le parole della presidente Brigida Gallinaro: "Il 2021 non poteva iniziare meglio. Con i sorrisi dietro le mascherine che ci siamo scambiati oggi, auguro a tutti di continuare a regalare calore a chi ne ha bisogno. Grazie ai soci di 50&Più e a tutti coloro, tanti, che hanno impegnato il loro tempo per rispondere al nostro appello". 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium