/ Eventi

Eventi | 31 maggio 2021, 17:40

'Grand opening' di Electropark: quattro giornate di musica dal vivo, arte contemporanea, incontri e degustazioni

Al via la stagione del festival di musica elettronica di Genova che unisce le performing arts

'Grand opening' di Electropark: quattro giornate di musica dal vivo, arte contemporanea, incontri e degustazioni

Sei dj set, dieci artisti nazionali e internazionali, quattro installazioni, tre degustazioni, un reading e un talk: dal 10 al 13 giugno va in scena il ‘Grand opening’ di Electropark, prima parte della programmazione del festival di musica elettronica di Genova che unisce le performing arts all’innovazione culturale, uno dei primi in Europa a svolgersi in presenza in questo periodo. Quattro giornate di musica dal vivo, arte contemporanea e incontri, in programma nel cuore del centro storico tra Palazzo Ducale, la Darsena, Prè e il Sestiere del Molo.

L’edizione 2021 di Electropark, dal tema ‘Timeless’, si divide in tre sezioni: un ‘Grand opening’ dal 10 al 13 giugno, ‘Fish & Djs’ dal 25 giugno al 30 luglio e una terza in calendario da settembre a dicembre: “È emozionante poter finalmente alzare il sipario su questa stagione – spiega Alessandro Mazzone di Forevergreen.fm, direttore di Electropark – in cui come non mai abbiamo lavorato per progettare un festival di musica elettronica trasversale e diffuso. Si parte con un “Grand Opening” in pieno stile Electropark, con un ricco programma di eventi dal vivo che ibrida linguaggi, formati e generi, dalle sperimentazioni sonore di Tzaziky & Crack del collettivo artistico queer “Tomboys don't cry” all’installazione multicanale di Simona Barbera, passando da una pioniera del non convenzionale: Dj Marcelle, artista olandese in grado di mixare con naturalezza stili musicali apparentemente distanti anni luce». Inoltre, da lunedì 7 a domenica 13 giugno una selezione musicale a cura di Electropark riempirà in modo diffuso via Garibaldi.

“Torna l’appuntamento con Electropark, – spiega l’assessora alle Politiche culturali Barbara Grosso – il festival di musica elettronica e sperimentazione artistica a livello internazionale, che quest’anno compie dieci anni. L’edizione 2021 coinvolge il cuore del centro storico, tra Palazzo Ducale, Darsena, Prè e Sestiere del Molo, lanciando un ponte immaginario che mette in relazione il patrimonio artistico con l’offerta culturale. Per quattro giorni, il cuore della città antica pulserà al ritmo della musica dal vivo, ma non mancheranno l’arte contemporanea e gli incontri con realtà diverse ed eterogenee. Un esempio di rigenerazione urbana, in dialogo costante tra musica, arte e cultura”.

Ai sei spettacoli e dj set in programma il ‘Grand opening’ di Electropark, che rappresenta anche la chiusura della stagione 2020-2021 sostenuta dalla Fondazione Compagnia di San Paolo con il bando Performing Arts, integra un ampio programma di installazioni, degustazioni di prodotti locali, talk e incontri. “Abbiamo declinato il tema ‘Timeless’ in ottica multidisciplinare – racconta Anna Daneri, codirettrice artistica di Forevergreen.fm – portando nel centro storico di Genova anche una serie d’installazioni di livello internazionale come ‘Between the translucent and the blue’ di Simona Barbera, ‘Non esistono più le quattro stagioni’ di Milotta e Donchev e quella nel Cortile Maggiore di Palazzo Ducale che dà il via al festival il 10 giugno. Riveleremo a breve i dettagli: sarà un’inaugurazione d’impatto, suggestiva e dai toni rainbow, per richiamare l’importanza delle diversità nella crescita culturale della società moderna”.

A dieci anni dalla prima edizione Electropark innova così il suo percorso di rigenerazione urbana attraverso la musica elettronica, creando ed espandendo solide reti sul territorio: “Cultura, turismo, commercio, società: per creare un festival – conclude Mazzone – che dia qualcosa alla città è fondamentale coinvolgere realtà diverse ed eterogenee. Relazioni intersettoriali di questo tipo portano un valore che va oltre all’evento e permettono, se coltivate nel tempo, di alzare sempre di più l’asticella in un’ottica di riconoscimento internazionale di Genova e delle sue meraviglie. A questo si aggiunge quest’anno una particolare attenzione nel contrasto alle disuguaglianze e nella parità di genere che pensiamo di poter stimolare e promuovere attraverso un festival da sempre di apertura e dal respiro europeo”.

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium