/ Economia

Economia | 27 novembre 2021, 07:00

E' tempo di cresima: scopriamo le nuove tendenze del momento

Con l'arrivo dell'inverno torna la stagione delle cresime e sono moltissimi i ragazzini che in questi giorni si stanno preparando al lieto evento.

E' tempo di cresima: scopriamo le nuove tendenze del momento

Con l’arrivo dell’inverno torna la stagione delle cresime e sono moltissimi i ragazzini che in questi giorni si stanno preparando al lieto evento. Quelli che però devono occuparsi dell’organizzazione sono i genitori, che in questo periodo non troppo facile rischiano di trovarsi in difficoltà. Se infatti le restrizioni si sono decisamente attenuate rispetto allo scorso anno, non è ancora possibile festeggiare la cresima come si faceva prima del Covid. Alcune tradizioni però sono rimaste, come quella delle bomboniere e del rinfresco, seppur con qualche differenza.

Bomboniere: il trend del momento sono quelle solidali

Al di là delle restrizioni e delle problematiche relative all’organizzazione del rinfresco, le cresime oggi si possono festeggiare con tutti i parenti, e questa è già una bella notizia. Uno dei primi pensieri per i genitori continua a rimanere la scelta delle bomboniere, che per tradizione devono essere donate agli invitati e, soprattutto in un momento critico come quello che stiamo vivendo, assumono un significato simbolico molto importante. Rappresentano infatti un legame con la tradizione, che nessuno sembra avere intenzione di abbandonare. La tendenza del momento vede le bomboniere solidali per la cresima spopolare, mentre quelle tradizionali sono sempre meno scelte da ragazzi e genitori. D’altronde, il prezzo dei portaconfetti non cambia ma scegliendo quelli solidali si può compiere un gesto dal grandissimo valore simbolico aiutando di fatto le persone meno fortunate e sostenendo progetti umanitari in Italia e nel mondo. Inoltre risultano molto apprezzate dagli invitati. Per tutte queste ragioni le bomboniere solidali sono sempre più gettonate, riscuotendo l’interesse di tantissime persone. Si tratta sicuramente di una bella notizia, che ci fa comprendere quanto la sensibilità, l’altruismo e la generosità siano ancora presenti nella nostra società..

L’organizzazione del rinfresco ai tempi del Green Pass

Una grande novità di quest’anno riguarda poi l’obbligo di Green Pass per tutti gli invitati alla cresima. Si tratta di un dettaglio che per molte famiglie ha complicato non poco le cose, visto che a livello statistico non è certo difficile trovare qualche parente o amico sprovvisto della certificazione verde. Eppure la legge parla chiaro: coloro che non hanno il Green Pass non possono presenziare all’evento e nemmeno partecipare al rinfresco se questo si tiene in un ristorante o in un locale al chiuso. Se in primavera e in estate questo rappresentava un problema relativo, con l’autunno sta diventando complicato riuscire ad organizzarsi perché non si possono certo costringere tutti gli invitati a rimanere all’aperto viste le temperature.

Alcuni genitori rinunciano all’organizzazione del rinfresco per la cresima, organizzando magari un pranzo o una merenda con i parenti più stretti provvisti del Green Pass. Altri invece scelgono location che consentano di gestire la situazione, con posti a sedere sia all’interno che all’esterno. Altri ancora organizzano la festa per la cresima direttamente presso la propria abitazione, per evitare problemi relativi al Green Pass anche se questo – va precisato – espone maggiormente gli ospiti al rischio di contagio.

La situazione attuale insomma non è semplicissima per chi si trova ad organizzare la cresima in questo periodo. Le difficoltà sono diverse ma d’altronde la pandemia non si può ancora dire superata completamente e le regole devono essere rispettate per il bene di tutti ma anche perché si rischiano multe salate.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium