/ Economia

Economia | 02 agosto 2022, 16:49

Ansaldo, è sciopero a oltranza e blocco dello straordinario: "La lotta sarà di tutta la città"

La situazione dell'azienda è esplosa ieri, dopo che i vertici hanno incontrato le rsu annunciando la drammatica situazione di pre fallimento e i conseguenti esuberi che rischiano di riguardare centinaia di lavoratori

Ansaldo, è sciopero a oltranza e blocco dello straordinario: "La lotta sarà di tutta la città"

Continua lo stato di agitazione dei lavoratori di Ansaldo Energia. Dopo lo sciopero e il corteo di questa mattina, questo pomeriggio sono state annunciate ulteriori quattro ore di sciopero tra le 18 e le 22 e altre quattro nelle ultime quattro ore del turno di notte. Inoltre i sindacati hanno proclamato lo sciopero dello straordinario. "Pronti a una lotta che sarà di tutta la città", si legge in un volantino diffuso dalle rsu.

La situazione dell'azienda è esplosa ieri, dopo che i vertici hanno incontrato le rsu annunciando la drammatica situazione di pre fallimento e i conseguenti esuberi che rischiano di riguardare centinaia di lavoratori.

La Regione ha annunciato la convocazione di un tavolo di confronto tra parti sociali, management e azionista "per garantire un futuro ad un grande asset, non solo della Liguria ma di tutto il Paese. Parliamo di un’azienda che rappresenta un’eccellenza del territorio, - hanno dichiarato il presidente della Regione Giovanni Toti e l'assessore allo sviluppo economico Andrea Benveduti - non solo nel suo business delle turbine a gas ma anche per le prospettive di sviluppo legate alle nuove energie green. Ora occorre soprattutto fare in modo che la tensione non superi i limiti e che tutte le parti riescano ad instaurare un confronto costruttivo. Per questo ci auguriamo che, dopo i momenti difficili di queste ore, tutte le parti tornino a ragionare in modo proficuo per la salvaguardia dell’azienda”.

Quello che sta accadendo in Ansaldo Energia è una vera e propria vergogna che non lasceremo passare”, ha commentato Igor Magni Segretario Generale della Camera del Lavoro di Genova - la priorità ora è fare quadrato per salvare e dare prospettive ad un’azienda storica del territorio e strategica per il Paese: sindacato, politica, istituzioni devono remare tutte nella stessa direzione scongiurando il peggio e cercando soluzioni che non penalizzino le maestranze, le uniche che in questa vicenda non hanno responsabilità – e conclude - Il fallimento di Ansaldo Energia sarebbe un colpo mortale per l’industria genovese e del Paese".

Francesco Li Noce

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium