/ Sport

Sport | 18 settembre 2022, 18:32

Challenger, l'emozione non aiuta i giovani genovesi Verdese e Cadenasso. Out in due set anche Andrea Basso

Domani cinque partite del secondo turno di qualificazione eppoi si parte col tabellone principale

Challenger, l'emozione non aiuta i giovani genovesi Verdese e Cadenasso. Out in due set anche Andrea Basso

Forti emozioni e grande tensione per genovesi, Gianluca Cadenasso e Filippo Verdese che, grazie alle wild card per le qualificazioni hanno potuto fare il loro debutto, sui rossi di Valletta Cambiaso, davanti al pubblico di casa e, non da poco, in un Challenger come l'Aon Open Memorial "Giorgio Messina" considerato fra i migliori d'italia.

Buono il tennis dei due ragazzi nonostante le sconfitte: c'è bisogno di queste esperienze per crescere e per vedere dove si può arrivare.

Niente da fare anche per il terzo genovese, Andrea Basso che si è dovuto arrendere in due set al 22enne austriaco numero 445 del mondo, Sandro kopp. Peccato per il 28enne di casa che nella seconda partita è arrivato a giocarsi il tiebrak; segnale positivo dopo il primo finito con un severo 61.

Ma torniamo agli esordienti fra i pro. "Tanta emozione e tantissima tensione - commenta Giorgio Cadenasso a fine match - vedendo amici e familiari a bordo campo.  E lo stato d'animo ha pesato sul mio gioco nel primo set. Pian piano sono riuscito a sciogliermi e a trovare anche un buon ritmo considerando che non ho abitudine a giocare questo tipo di tornei ed anzi colgo l'occasione per ringraziare gli organizzatori per l'opportunità. Dopo cinque edizioni da spettatore passare dall'altra parte è un bel salto". Il match è finito a favore del Ceko, Martin Krumich 62 63.

Il derby azzurro fra Filippo Verdese e il palermitano Gabriele Piraino, sul campo numero 2, ha visto l'isolano avere la meglio sull'avversario che ha capitalizzato quattro game in due set (61, 64).

Dodici gli incontri giocati oggi ed un solo incontro è finito al terzo set quello fra il 20enne italiano Lorenzo Claverie e il brasiliano Oscar Jose Gutierrez, 364 nella classifica mondiale. L'italiano, di origine venezuelana, ha vacillato ad un passo dalla vittoria (5-2), e l'avversario, come accade in queste situazioni, dopo aver recuperato, ha ritrovato fiducia prima impattando al decimo game e poi aggiudicandosi il tie break (64, 67, 76).

Domani a partire dalle dieci seconda giornata di "quali" con cinque incontri e poi si prosegue con i primi turni, sedicesimi di finale, con gli esperti della terra rossa.

Massimiliano Bordoni

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium