/ Attualità

Attualità | 20 novembre 2018, 17:47

SicurInsieme 2018, agevolazioni per i corsi di autodifesa destinati alle donne

L'assessore Garassino: "Abbiamo preparato un bando con una manifestazione di interesse in cui chiediamo alle associazioni di mettere a disposizione un loro istruttore per ospitare quattro lezioni teoriche di autodifesa e di percezione del rischio"

SicurInsieme 2018, agevolazioni per i corsi di autodifesa destinati alle donne

Questa mattina, a Palazzo Tursi, l'assessore alla sicurezza Stefano Garassino e la consigliera comunale della Lega Nord, presidente della commissione Pari Opportunità, Francesca Corso, hanno presentato la seconda fase del progetto “SicurInsieme2018”, con al centro corsi di autodifesa rivolti alla popolazione femminile.

Sino al 14 dicembre, società ed associazioni sportive legalmente riconosciute, potranno contribuire a migliorare la sicurezza delle donne organizzando, presso le proprie sedi, un corso teorico di 4 incontri per riconoscere e difendersi da una eventuale aggressione.

"Abbiamo preparato un bando - ha spiegato Garassino - con una manifestazione di interesse in cui chiediamo alle associazioni di mettere a disposizione un loro istruttore per ospitare quattro lezioni teoriche di autodifesa e di percezione del rischio. E' chiaro che, in un Paese come il nostro, in cui una gran parte della popolazione femminile ha subito violenze fisiche o psicologiche, c'è ancora molto da fare dal punto di vista legislativo, sociale e dell’insegnamento scolastico”.

Alla base del progetto una mozione presentata in Consiglio Comunale da Francesca Corso, presidente della commissione Pari Opportunità. "Lo scopo principale di questa iniziativa - ha detto - è preparare le donne a gestire un'eventuale emergenza, dentro e fuori casa, imparando a fronteggiare il pericolo, con degli esperti in grado di trasferire conoscenze di autodifesa fisica e psicologica".

Nel dettaglio, il corso si svilupperà in incontri di due ore ciascuno da tenersi in orario pomeridiano per favorire le donne lavoratrici. Gli incontri, costituiti da una parte teorica con supporti multimediali ed una di dimostrazione tecnica, saranno incentrati su tre tematiche: analisi dell’ambiente circostante ai fini della percezione di possibili rischi e pericoli; strumenti utili per la difesa personale e per il riconoscimento delle proprie capacità; dimostrazioni pratiche di alcune tecniche di base per difendersi dalle aggressioni.

Il 14 dicembre si chiuderà la prima fase della presentazione delle domande attraverso il portale www.comune.genova.it. I corsi sono completamente gratuiti e verranno organizzati in tutti i nove municipi. 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium