/ Politica

Politica | 22 gennaio 2019, 16:20

Fioccano le multe in Via 30 Giugno: Garassino irremovibile

Terrile (Pd): "La domanda è se non si potesse usare un po’ di tolleranza in una situazione di grave emergenza. Tutto andrebbe commisurato, non è possibile che a pagare siano sempre i cittadini". Ma l'assessore Garassino non torna indietro

Fioccano le multe in Via 30 Giugno: Garassino irremovibile

Hanno oltrepassato la striscia longitudinale continua di Via 30 Giugno: multati con una sanzione di 57,40 euro (che salgono a 82 euro trascorsi i 5 giorni dal verbale) e la decurtazione di due punti dalla patente.

Si tratta dei motociclisti che, dopo la tragedia del Ponte Morandi dello scorso 14 Agosto, hanno superato, in coda, la striscia continua. Sono fioccate le multe, tante, al punto che il consigliere del Pd, Alessandro Terrile, durante il consiglio di oggi, 22 Gennaio, ha fatto una interrogazione all'assessore Garassino.

"La domanda è se non si potesse usare un po’ di tolleranza in una situazione di grave emergenza. Tutto andrebbe commisurato, non è possibile che a pagare siano sempre i cittadini. Le norme dicono anche che non dovrebbero crollare i ponti”.

Non sembra, però, che Garassino intenda tornare sui propri passi.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium