/ Attualità

Attualità | 20 settembre 2019, 13:06

Atp rilancia il Bike Bus dall'Antola all'Aveto per gli appassionati di mountain bike

Claudio Garbarino: "Come è nel dna di Atp, si offre un nuovo servizio a favore dell’entroterra. Tra l’altro il numero di appassionati di mountain bike è in forte crescita e l’attività rappresenta un forte richiamo anche per chi arriva da fuori provincia"

Atp rilancia il Bike Bus dall'Antola all'Aveto per gli appassionati di mountain bike

Il primo esperimento, il 7 e 8 settembre, era andato molto bene: in una ventina di appassionati di mountain bike avevano utilizzato il loro Bike Bus, partito dal capolinea “Zaninetta” di Genova Brignole (viale Caviglia), e avevano raggiunto Torriglia, sede del parco dell’Antola e al centro di una rete di percorsi bike sempre più estesa e sempre più frequentata. Oggi nell’ambito della Settimana Europea della Mobilità e degli eventi organizzati in provincia da Fiab Amici della Bicicletta, Atp Esercizio presenta in piazza De Ferrari il nuovo servizio Bike Bus, che dopo l’esperimento andato a buon fine farà il suo esordio il 29 settembre per Antola Bike. Il Bike Bus, con il cargo studiato apposta per il trasporto delle due ruote, resterà in visione al pubblico a Genova dalle 9 alle 18 di quest’oggi, alla presenza del vice presidente Atp Carlo Malerba.

"Si tratta di una nuova iniziativa di Atp Esercizio per andare incontro alla richiesta di tanti appassionati di mountain bike che praticano la loro disciplina sportiva preferita nel parco dell’Antola e non solo", spiega Roberto Rolandelli, direttore operativo di Atp.

Quando il servizio entrerà a regime, per prenotare il viaggio di andata e ritorno basterà telefonare al numero 3485703220 o inviare una mail a noleggi@atpesercizio.it. Un’opzione che sarà valida anche per gli appassionati che intendono raggiungere le piste ciclabili e gli itinerari mountain bike di tutti i parchi regionali: dall’Antola conla Val Trebbia e la Valle Scrivia, e l’Aveto.

"Basterà prenotare per gruppi e organizzare il trasporto. Si tratta di un vero servizio “on demand”, che va incontro alle esigenze di tanti appassionati", aggiunge Andrea Geminiani, direttore commerciale Atp.

Bike Bus è attuato in collaborazione con i Parchi e grazie agli sforzi di Città Metropolitana. Il Bike bus ha 19 posti a sedere e si rivolge principalmente a operatori turistici, gruppi di sportivi, appassionati di mountain bike e ciclo turismo che desiderano raggiungere le località dell’entroterra appenninico attrezzate con percorsi e strutture alle attività su 2 ruote. Ovviamente se l’iniziativa di Bike Bus incontrerà il gradimento degli sportivi, verrà riproposta anche in altre occasioni, potendo diventare anche un appuntamento fisso, nelle giornate del fine settimana. Per quanto riguarda le bici, sono state trasportate con un apposito cargo agganciato al mezzo; in piena sicurezza e senza alcuna fatica per gli sportivi. A sostenere l’iniziativa anche Claudio Garbarino,consigliere delegato ai Trasporti per Città Metropolitana: "Come è nel dna di Atp, si offre un nuovo servizio a favore dell’entroterra. Tra l’altro il numero di appassionati di mountain bike è in forte crescita e l’attività rappresenta un forte richiamo anche per chi arriva da fuori provincia".  

Nel Parco dell’Antola l'antica viabilità tra il mare e la pianura diventa motivo d'interesse anche per gli appassionati della mountain bike, lungo percorsi affascinanti e sempre diversi, ma con un denominatore comune: l'assenza di fondo pianeggiante. Si può pedalare lungo le antiche vie di crinale dirette all'Antola fino a conquistarne la cima e i suoi panorami mozzafiato, oppure nel verde incontaminato delle valli Brevenna e Pentemina. E se si raggiungono Torriglia o Santo Stefano d’Aveto (tanto per fare due esempi concreti) in bus e senza fatica,pedalare diventa ancora più divertente.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium