/ Politica

Politica | 17 ottobre 2019, 17:57

Lunardon: "Toti ha perso la testa, ora vuole fare la Gronda con una concessionaria pubblica regionale"

Il consigliere regionale del Partito Democratico: "Il governatore non sa che a quel punto i soldi dovrebbe metterli la Regione"

Lunardon: "Toti ha perso la testa, ora vuole fare la Gronda con una concessionaria pubblica regionale"

"Il presidente Toti ha definitivamente perso la testa - scrive polemicamente il consigliere regionale del Partito Democratico Giovanni Lunardon -. In un’intervista a Ivg vaneggia della possibilità di realizzare la Gronda con una concessionaria della Regione subentrando ad Aspi nel solo tratto ligure. Bisognerebbe che qualcuno gli spiegasse che quest’opera è finanziata con i pedaggi dell’intera tratta autostradale nazionale di Aspi. E che quindi se una concessionaria pubblica regionale rilevasse quel tratto non solo verrebbero meno i soldi per realizzare la Gronda, ma non ci sarebbero neppure le risorse per gli adeguamenti sulla sicurezza di cui necessita il tratto dell’A10 tra Genova e Varazze, che, ricordiamo, è la quinta autostrada italiana per incidentalità".

"Del resto - conclude Lunardon - questa proposta di Toti non è una novità, visto che fa parte della delirante versione dell’autonomia regionale presentata dalla sua Giunta, con la quale la Liguria, unica regione del Nord Italia a prendere dallo Stato più di ciò che restituisce, richiede le più svariate forme di autonomia tranne l’autonomia finanziaria dei porti, che dovrebbe essere il nostro unico vero obiettivo".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium