/ Cronaca

Cronaca | 30 giugno 2020, 18:57

Polizia, Siap: "Incontro positivo col prefetto di Genova"

Traverso: "Abbiamo anche apprezzato la sensibilità dimostrata dal rappresentante Governativo in merito a quanto sostenuto dal SIAP sull'esigenza di migliorare la sicurezza percepita dei genovesi, non solo nel Centro Storico ma in tutti i quartieri"

Polizia, Siap: "Incontro positivo col prefetto di Genova"

In data odierna una delegazione del SIAP, guidata dal Vice Presidente Nazionale e Segretario Generale Provinciale Roberto Traverso, ha incontrato il Prefetto di Genova Carmen Perrotta


"Siamo soddisfatti sull'esito dell'incontro - commenta Traverso - che è risultato proficuo e costruttivo in un momento delicatissimo per i poliziotti genovesi che ancor prima della dichiarazione di pandemia si sono impegnati sul fronte Covid19 a tutela dei cittadini e che stanno aspettando che le risorse stanziate dal Governo per il rinnovo contrattuale si possano concretizzare in risultati tangibili e coerenti alla specificità della categoria.


Il Prefetto ha dimostrato particolare vicinanza alla donne e agli uomini della Polizia di Stato ed ha recepito positivamente la richiesta del SIAP inerente la necessità di rafforzare gli organici della Polizia di Stato della provincia di Genova, riconoscendo l'esigenza di incrementare gli stessi tenendo conto delle difficoltà specifiche di una città complessa dal punto di vista operativo e sociale. Abbiamo analizzato insieme le numerose criticità presenti sul territorio, a partire dalla presenza della criminalità organizzata mafiosa che sfrutta lo spaccio di stupefacenti, prostituzione e usura (esigenza di nominare al più presto la Commissione Antimafia che la Regione Liguria non mai effettuato), inoltre si è parlato del porto di Genova (una città dentro la città), del catastrofico stato delle autostrade genovesi e le criticità delle stazioni ferroviarie.

Pertanto sul fronte del rafforzamento degli organici il Prefetto ha confermato al SIAP che ha già evidenziato a livello centrale tale criticità chiedendo pertanto un adeguamento degli organici degli uffici maggiormente impegnati sul territorio.


Abbiamo anche apprezzato la sensibilità dimostrata dal rappresentante Governativo in merito a quanto sostenuto dal SIAP sull'esigenza di migliorare la sicurezza percepita dei genovesi, non solo nel Centro Storico ma in tutti i quartieri e delegazioni attraverso interventi istituzionali mirati all'abbattimento del degrado sociale e pertanto non pertinenti esclusivamente ad operazioni di polizia ma bensì di competenza a carico delle istituzioni locali che governano il territorio. (a tal proposito abbiamo portato come esempio l'attività svolta dal SIAP a Sampierdarena dove è emersa nettamente l'esigenza dei cittadini di non sentirsi socialmente abbandonati e illusi strumentalmente da coloro che pensano di risolvere i problemi dovuti al degrado sociale costruendo recinzioni medioevali (vedasi Piazza Settembrini: recinto costato ben 40 mila euro)


Il SIAP ha colto l'occasione per auspicare una proficua collaborazione con la Polizia Municipale basata però sulla trasparenza e sulla giusta suddivisione dei compiti istituzionali che non potranno e non dovranno mai sovrapporsi, perché ognuno deve poter svolgere i propri compiti che sono ben diversi anche se coordinati. Su questo argomento auspichiamo che la fase sperimentale in atto nel Centro Storico che vede l'impiego della Polizia Municipale in specifici settori territoriali, rientri in un alveo operativo rimodulato a favore di un utilizzo di quelle professionalità per lenire il degrado urbanistico sociale presente su tutto il territorio comunale e non solo nel Centro Storico.


Sul fronte delle politiche sulla sicurezza ricopre un ruolo fondamentale il Comitato sull'ordine e la sicurezza pubblica e dopo l'incontro odierno abbiamo avuto un confortante riscontro in merito a quanto il SIAP da sempre sostiene in merito ai ruoli ed alle diverse funzioni istituzionali ricoperte da chi vi partecipa. Ci auguriamo che la rumoreggiante politica già in campagna elettorale cominci a rendersene conto


Infine il Prefetto ha dimostrato interesse alla nostra richiesta avanzata da tempo alla Regione Liguria di mettere a disposizione dei locali a titolo gratuito per risolvere le gravi criticità presenti presso l'attuale collocazione dell'Ufficio Immigrazione e del Commissariato Pré (il Commissariato Centro si dovrebbe spostare presso la Caserma Pilo di Carignano): ricordiamo che a livello nazionale la Liguria è una delle pochissime regioni che non ha ancora messo a disposizione nemmeno un locale alla Polizia di Stato.


Il Prefetto - conclude - si è reso disponibile a dar continuità costruttiva al rapporto sindacale con il SIAP al fine di raggiungere l'obiettivo comune che è quello di migliorare il servizio fornito dalla nostra categoria alla cittadinanza attraverso il rispetto delle regole istituzionali e contrattuali".

 

Comunicato stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium