/ Eventi

Eventi | 19 luglio 2021, 16:54

'Nuovi rischi dai contaminanti emergenti nell’ambiente marino: microplastiche e farmaci': seminario organizzato dal Genova blue district

Al termine del quale verrà presentato il progetto ‘Blu di Genova: un nuovo modo di scoprire, studiare e proteggere la scogliera cittadina’

'Nuovi rischi dai contaminanti emergenti nell’ambiente marino: microplastiche e farmaci': seminario organizzato dal Genova blue district

Si terrà domani 20 luglio alle 15 in via del Molo 65 a Genova il seminario ‘Nuovi rischi dai contaminanti emergenti nell’ambiente marino: microplastiche e farmaci’, organizzato dal Genova blue district nell’ambito dei seminari dedicati al ‘Decennio delle scienze del mare per lo sviluppo sostenibile’, tema promosso da Nazioni Unite, Unesco e Commissione internazionale di oceanografia, il seminario sarà tenuto dal Francesco Regoli, direttore del Dipartimento di scienze della vita e dell’ambiente dell’Università politecnica delle Marche.

Il tema del seminario sarà dunque l’impatto che le plastiche e i farmaci hanno sugli ecosistemi marini, al termine del quale verrà presentato il progetto ‘Blu di Genova: un nuovo modo di scoprire, studiare e proteggere la scogliera cittadina’ durante il quale interverranno Francesca Garaventa (Istituto impatti antropici e sostenibilità in ambiente marino Cnr-Ias) e Michelangelo La Tegola (Guardia costiera).

Il progetto, finanziato dalla Fondazione Carige nell’ambito del bando ‘Genova blue district–Blue new deal tra volontariato e innovazione’ promosso dal comune di Genova, si pone l’obiettivo di creare una rete in grado di sviluppare un modello di fruizione sostenibile della zona costiera metropolitana al fine di tutelare il capitale naturale e promuovere la riscoperta consapevole del mare che abbiamo sotto casa. Blu di Genova si propone d’avviare un'azione pilota su piccola scala, nello specifico nel quartiere di Nervi, e che sarà implementabile e replicabile in altre aree della Liguria e del territorio nazionale.

Blu di Genova metterà in atto esperienze di 'Citizen science' che permetteranno una puntuale raccolta di dati scientifici circa lo stato di salute delle comunità biologiche che caratterizzano la zona costiera di Nervi e l’impatto dell’inquinamento da plastiche, principale minaccia all’ecosistema. Grazie a Blu di Genova la città avrà l’occasione di diventare un punto di incontro tra scienza, sport, educazione ambientale, scoperta del territorio, sostenibilità, volontariato e formazione verso nuovi modelli di economia consapevole.

A concludere la giornata si terrà una tavola rotonda alla quale prenderanno parte i partner del progetto Blu di Genova e che avrà come tema la Citizen science e l’importante ruolo che i cittadini potranno assumere per diffondere conoscenza e promuovere la tutela dell’ambiente marino, una parte del nostro territorio troppo spesso ignorata o sottovalutata.

Comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium