/ Economia

Economia | 24 settembre 2021, 07:00

Crescita lenta ma costante del mercato digitale

Lo studio conferma, inoltre, la propensione allo shopping online da parte degli italiani con i dati che superano quelli internazionali, con un incremento complessivo del traffico digitale pari al 15%.

Crescita lenta ma costante del mercato digitale

Il report di Salesforce Q2 Shopping Index, incentrato sull'analisi dei trend dello shopping online mediante i dati di oltre un miliardo di consumatori a livello globale, ha rivelato come le vendite digitali in tutto il mondo siano cresciute in maniera lenta ma costante nel primo trimestre 2021.

Infatti, nel periodo che va da aprile a giugno, il mercato digitale è cresciuto del 3% rispetto allo scorso anno, segno di un ritmo di crescita stabile in relazione all'impennata della prima fase del 2020.

Lo studio conferma, inoltre, la propensione allo shopping online da parte degli italiani con i dati che superano quelli internazionali, con un incremento complessivo del traffico digitale pari al 15%.

I dati emersi dall'analisi illustrano poi altri aspetti interessanti:

_ a livello mondiale, il commercio digitale ha visto una crescita del 3% su base annua nel secondo trimestre (tenendo conto sia della diminuzione della spesa complessiva pari al -5% sia della crescita complessiva del traffico online pari al +8%).

Anche se il dato è molto inferiore se paragonato con la crescita registrata nel secondo trimestre 2020 (+75%), viene comunque rilevata una crescita, a conferma che le abitudini dei consumatori sono cambiate e sono ormai orientate verso l'online.

_ il traffico globale totale è aumentato dell'8% su base annua, rispettivamente del 9% su mobile e del 10% su computer.

Per quanto riguarda l'Italia, il traffico digitale ha visto un incremento del 2% su base annua tra aprile e giugno, facendo registrare una crescita totale del 15%.

In particolare, il traffico su dispositivi mobili è aumentato del 15% e il traffico da pc del 19% su base annua.

Sul territorio nazionale, un ruolo importante è stato svolto dai social media il cui traffico generato è aumentato del 13,5% su base annua (superando la media globale dove la crescita è del 8,9%).

I dati confermano quindi che le abitudini di acquisto degli italiani sono mutate e, seppur senza l'impennata del 2020, si stanno lentamente consolidando sul web.

La sfida delle aziende è adesso quella di fidelizzare i consumatori, ormai abituati a vivere nel mondo digitale. Un’idea molto in voga al momento è inviare agende personalizzate come regalo aziendale direttamente a casa dei clienti. In questo modo si riesce a promuovere efficacemente il brand dell’azienda fidelizzando i clienti.

Infatti, in un panorama sempre più competitivo e variegato per la mole delle offerte disponibili, è di fondamentale importanza instaurare un rapporto solido e duraturo con i clienti, mantenere e sviluppare la clientela esistente aumentandone la soddisfazione e la percezione positiva del marchio.

I clienti fidelizzati tendono di più, rispetto ai nuovi, a fare ripetuti acquisti e di importi superiori.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A MARZO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium