/ Cronaca

Cronaca | 08 ottobre 2021, 16:27

Sgombero del centro sociale 'Terra di nessuno', Toti: "All'interno giocavano a freccette con la mia faccia"

"Siamo e saremo sempre dalla parte della legalità e ci aspettiamo che sia così per tutti quelli che ricoprono un ruolo istituzionale"

Sgombero del centro sociale 'Terra di nessuno', Toti: "All'interno giocavano a freccette con la mia faccia"

"Cosa succede se a Genova il Comune sgombera il centro sociale Terra di Nessuno al Lagaccio a seguito di una sentenza del Tar che lo prevedeva? In un mondo normale l’opposizione ringrazierebbe per l’operazione di ripristino della legalità, in Liguria la sinistra scende in strada a fianco di chi occupava illegalmente l’immobile e colleziona comunicati stampa ufficiali di condanna": l'ha scritto su facebook il presidente regionale Giovanni Toti commentando lo sgombero del centro sociale 'Terra di nessuno' e le polemiche provenienti dalle forze d'opposizione in Comune e Regione.

"La sinistra in Liguria - aggiunge Toti - difende persone che coltivavano marijuana e per 'hobby' lanciavano freccette sulla mia faccia, quella del sindaco Bucci e di tutti leader politici del centrodestra. Per questo particolare inquietante ci aspettiamo la stessa solerte solidarietà. Siamo e saremo sempre dalla parte della legalità e ci aspettiamo che sia così per tutti quelli che ricoprono un ruolo istituzionale. Le nostre città non sono e non saranno mai quelle dei centri sociali che coltivano droga, che incitano alla violenza e che occupano illegalmente uno spazio che noi vogliamo restituire agli abitanti del quartiere. Non molliamo, i liguri ci hanno scelto per questo e non torneranno indietro. Questa terra non è di nessuno, è dei liguri che la amano!".

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium