/ Economia

Economia | 20 novembre 2021, 13:17

Cavo torna alla Foce e apre una nuova attività: "E' il momento di investire e crederci, irricevibile un nuovo lockdown" (FOTO e VIDEO)

Cavo ha inaugurato questa mattina la nuova attività in via Cipro, nel quartiere in cui fino a pochi anni fa era aperto il laboratorio di via Montevideo

Cavo torna alla Foce e apre una nuova attività: "E' il momento di investire e crederci, irricevibile un nuovo lockdown" (FOTO e VIDEO)

Un gradito ritorno alla Foce per uno dei marchi storici genovesi legati al mondo della pasticceria e della ristorazione. Cavo ha inaugurato questa mattina la nuova attività in via Cipro, nel quartiere in cui fino a pochi anni fa era aperto il laboratorio di via Montevideo.

Questo è un ritorno nel quartiere della Foce – commenta il titolare Alessandro Cavodove siamo stati molto tempo con il laboratorio e lo spaccio di fabbrica di via Montevideo che chiudemmo qualche anno fa. Abbiamo deciso di tornare in via Cipro, una zona di passaggio. È il momento di investire, di riprendere, di crederci, per cui ancora una volta ci crediamo”.

Investire, crederci, in un momento in cui il settore legato a bar e ristoranti vede una luce in fondo al tunnel. “Quest’estate il comparto della ristorazione e del cibo in genere è riuscito a recuperare in parte quanto perso, ma purtroppo è ancora una piccola parte. Si calcola che qualora la ripresa possa continuare ci vorranno tre, quattro anni prima di tornare a quei numeri. Siamo pieni di ottimismo, speriamo non ci sia nessuna recrudescenza della pandemia, quindi nessun lockdown, che sarebbe sicuramente irricevibile per la categoria”.

Cavo, vice presidente vicario di Confcommercio, ha le idee chiare su quello che serve per il rilancio del commercio, piccolo e grande per la città e non solo.

Sicuramente Confcommercio spinge per il bene della città e non come corporazione. La città deve essere in salute, ben mantenuta e aperta. Speriamo che il terzo valico venga quanto prima inaugurato, si parla di 2024, speriamo del raddoppio dei binari verso nord, in maniera che da Milano si scenda sotto l’ora di percorrenza. Questa sarebbe una grande svolta per Genova, che comunque è piena di cantieri. È necessario per potersi proporre nella seconda metà del decennio a tutti coloro che vorranno venire a vivere a Genova come nuovi residenti, ma anche come vecchi residenti trasferitisi a Milano o Torino, che possono tornare grazie all’alta velocità, a vivere in questa città. Sicuramente crediamo molto nella parte turistica tornata prepotentemente negli ultimi mesi. Bisogna promuoverla bene e sempre di più”.

Anche l’assessore al commercio Paola Bordilli, presente all’inaugurazione ha commentato il ritorno di Cavo alla Foce, “Io sono sempre molto contenta quando attività fanno luce nelle nostre strade. Ricordo che è un successo della nostra città tutta, oggi ogni genovese viene richiamato a comprare sotto casa, sia in zona Foce che nelle altre zone della nostra città. È un impegno civico comprare sotto casa. Anziché ricordarci quando un locale chiude è fondamentale fare di tutto affinché le vie della nostra città vivano un commercio sano, di qualità, che alla Foce e in centro storico con il bando stiamo cercando sempre più di far vivere”.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium