/ Cultura

Cultura | 24 dicembre 2021, 15:46

Al Sivori mercoledì 29 dicembre "Speciale Nanni Moretti" con il backstage di "Tre piani"

Una serata speciale dedicata a Nanni Moretti, per sbirciare dietro le quinte dell’ultimo film “Tre piani”

Al Sivori mercoledì 29 dicembre "Speciale Nanni Moretti" con il backstage di "Tre piani"

 

Una serata speciale dedicata a Nanni Moretti, per sbirciare dietro le quinte dell’ultimo film “Tre piani”. Mercoledì 29 dicembre 2021 alle ore 20,30 e alle 23,15 al cinema Sivori è in programma il backstage “Senza troppo recitare la follia” girato da Elio Di Pace, inframezzato da “Tre piani” di Nanni Moretti alle ore 21,15.

“Senza troppo recitare la follia” documenta la vita del set, dal fischio di Nanni Moretti che segna l’inizio ufficiale delle riprese, bagnato dallo spumante, alla scelta dei costumi fino ai saluti finali di tutta la troupe. Un modo per scoprire come nasce un film di Nanni Moretti e qual è la mappa del labirinto di idee, pensieri, intuizioni dietro ad una mente complessa ed affascinante come quella del regista romano. Diretto dal regista Elio Di Pace, “Senza troppo recitare la follia” offre un punto di vista inedito sul processo creativo di Moretti.

Gli orari sono stati concepiti per permettere di vedere solo il backstage a chi ha già visto “Tre piani” o per fare una full immersion guardando “Tre piani” seguito o preceduto dal backstage “Senza troppo recitare la follia”. Diversi i prezzi: 3 euro per il solo backstage “Senza troppo recitare la follia”, 5 euro per il solo “Tre piani”, 8 euro per vedere “Tre piani” e “Senza troppo recitare la follia” (prima o dopo).

L’attività di Circuito è sostenuta dai main sponsor Banca Carige, che promuove la cultura e le imprese liguri, in una sfida che unisce tradizione e innovazione, e Fondazione Cappellino-Almo Nature che attraverso la partnership con Circuito Cinema e Circuito Cinema Scuole, attente all'educazione civica e ambientale, vogliono contribuire a diffondere l'importanza delle scelte quotidiane dell'individuo in relazione alla tutela degli habitat e far sapere che un modello economico a impatto positivo sulla biodiversità è possibile (e in Fondazione Capellino - Almo Nature già esiste).

 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium