/ Economia

Economia | 20 gennaio 2022, 07:00

Quando può essere utile acquistare un deumidificatore?

Come valutare se acquistare un deumidificatore

Quando può essere utile acquistare un deumidificatore?

La nostra salute dipende da diversi fattori. Uno di quelli che più di altri possono incidere negativamente su di essa è l’eccessiva umidità.

Stando a quello che dicono gli esperti, vivere in un ambiente con un tasso di umidità superiore al 45 per cento potrebbe comportare delle conseguenze sul nostro sistema respiratorio.

Un altro problema che si viene a creare per via dell’eccessiva umidità è la formazione di muffa. La muffa, oltre ad indebolire le strutture, rappresenta un rischio reale e piuttosto grave per le vie respiratorie. Se in alcune stanze della nostra casa iniziano ad apparire delle tracce di muffa, forse è il caso di ricorrere ad un deumidificatore. Questo problema di solito è riscontrabile nel bagno, in cantina o in un balcone chiuso. Se non si interviene repentinamente, la muffa potrebbe attecchire anche nelle stanze adiacenti.

Prima di acquistarne uno, comunque, dovremmo accertarci del fatto che ne abbiamo realmente bisogno o meno. Per far questo sarà importante misurare il livello di umidità relativa delle stanze della nostra casa. Lo strumento che misura l’umidità si chiama igrometro. Solamente dopo che avremo rilevato un livello di umidità eccessivo potremo acquistare un deumidificatore.

Il periodo dell’anno in cui potremmo averne maggiormente bisogno è l’estate , quando i livelli di umidità tendono a salire. È importante tenere il più possibile l'umidità fuori dalla vostra casa o azienda durante questo periodo. Tuttavia, questo dispositivo è utile tutto l'anno, indipendentemente dal fatto che fuori faccia freddo o caldo.

Quali valutazioni fare prima di acquistare un deumidificatore?

Quanto è grande l'area dove hai bisogno di usare un deumidificatore? Se deve essere posizionato in un’area più piccola, allora un modello compatto può essere sufficiente per le tue esigenze. D’altra parte, un modello più grande e performante potrebbe essere quello di cui abbiamo bisogno se dobbiamo eliminare l’umidità in eccesso da un’area di grandezze importanti, come un laboratorio di produzione.

Il livello di rumorosità dei deumidificatori è un altro fattore di cui tener conto. Spesso questo strumento viene utilizzato mentre dormiamo, per rendere l’ambiente più confortevole. Un modello troppo rumoroso finirebbe per darci fastidio e rovinare il nostro riposo.

La presenza di un igrometro interno è un altro punto a favore dei modelli più performanti. Grazie ad esso potremo infatti impostare il livello di umidità desiderata ed fare in modo che si spenga una volta che questa viene raggiunta. In questo modo non solamente si eviteranno inutili sprechi di energia, ma si eviterà anche che l’aria diventi troppo secca.

Un deumidificatore che offra la possibilità di collegare il serbatoio di accumulo ad un tubo di scarico è molto comodo. In questo modo non dovremo preoccuparci ogni volta di svuotare il serbatoio, con il rischio che l’acqua in eccesso fuoriesca e bagni il pavimento.

La presenza di un sensore del filtro ci comunicherà inoltre il momento di cambiare i filtri dell’aria, che influiscono negativamente sull’efficienza dell’umidificatore.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium