/ Cultura

Cultura | 30 luglio 2022, 14:38

Al Santuario dell'Acquasanta tornano le reste di nocciole

Matteo Frulio, colpito dal non trovarne più all'Acquasanta, ha studiato e ha ripreso a fabbricare le collane di nocciole della tradizione, rese celebri dalla statua di Staglieno

Al Santuario dell'Acquasanta tornano le reste di nocciole

Le reste, le collane di nocciole della tradizione genovese, tipiche di mercati e fiere, tornano al Santuario dell'Acquasanta. 

Matteo Frulio, colpito da come un pezzo di tradizione stesse svanendo, davanti all'ultima collana di nocciole esposta "per ricordo" all'Acquasanta, s'è ribellato all'oblio e col padre ha studiato e ha ripreso a fabbricarle. Le prime sono state vendute a Masone e poi a Carloforte. Il ricavato andrà al Santuario e ai volontari per i lavori di restauro. 

Una tradizione non solo nel ricordo della Cataininna Campodonico immortalata nella celebre statua a Staglieno, ma che perdura ancora un poco nella vita genovese. 

Federico De Salvo

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium