/ Economia

Economia | 15 settembre 2022, 11:12

Igiene ambientale, Cisl contraria all'appalto per il Tigullio: "Scelta scellerata, si affidi ad Amiu" (Video)

Questa mattina una ventina di lavoratori si sono riuniti in presidio davanti alla prefettura, proprio mentre era in corso la riunione della conferenza dei servizi per deliberare la gara

Igiene ambientale, Cisl contraria all'appalto per il Tigullio: "Scelta scellerata, si affidi ad Amiu" (Video)

C'è preoccupazione da parte dei lavoratori del settore di igiene ambientale del Tigullio che temono gli effetti della convocazione della conferenza dei servizi da parte di città metropolitana, che ha deciso di mettere a gara il servizio. Il timore, come ha spiegato il coordinatore d'area regionale Fit Cisl Liguria Umberto Zane, è che le aziende che parteciperanno alla procedura, una volta affidato l'appalto, non rispettino i contratti di settore, “come – spiega Zane – è successo già a Chiavari e a Rapallo”.



Questa mattina una ventina di lavoratori si sono riuniti in presidio davanti alla prefettura, proprio mentre era in corso la riunione della conferenza dei servizi per deliberare la gara.

La riteniamo una scelta scellerata e insensata, per diversi fattori – spiega Zane a La Voce di Genova - in Regione si sta discutendo, e a breve verrà approvata, la nuova legge sul comparto di igiene ambientale che prevedrà l'istituzione di un operatore unico per ogni provincia e quindi anche per la città metropolitana. Questo si fa per fare economia di scala che possano permettere risparmi e vadano a calmierare la Tari”.

Sulla gara Zane parla di problematiche che riguardano l'intera città metropolitana, “perché – spiega – ultimamente ha organizzato le gare per Chiavari e a Rapallo dove abbiamo avuto problemi non indifferenti, perché non viene rispettata l'applicazione contrattuale di settore, ma viene fatto dumping con l'applicazione del contratto di cooperative sociali. Un altro aspetto riguarda il fatto che la città metropolitana sia proprietaria per l'8 per cento di Amiu, quindi un'azienda che fa quel tipo di lavoro, ma mette in campo una gara per affidarla ad altri. Questa è una cosa bizzarra, per questo siamo qua, siamo molto preoccupati, organizzeremo delle assemblee nel Tigullio per capire i lavoratori cosa ne pensano, se avranno intenzione di mobilitarsi, ci faremo carico delle loro preoccupazioni”.

A margine dell'incontro di questa mattina sono intervenute anche le segreterie di FP Cgil, Uiltrasporti e FIADEL: "Le parti hanno trovato un accordo sulle garanzie richieste per gli operatori. A prescindere dalla scelta che verrà individuata dall’Ente, verrà garantita la continuità lavorativa come la clausola di salvaguardia, nonché verranno definite le risorse economiche finalizzate ad applicare il CCNL dell’Igiene Ambientale a tutto il personale. Grazie a questi accordi, viene dunque garantito un alto standard di qualità del servizio, che dai lavoratori si ripercuote sull’intera cittadinanza delle aree interessate". 

Francesco Li Noce

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium