/ Economia

Economia | 21 settembre 2022, 09:30

Luce e gas, 'uBroker' e 'A.R.T.E.': "Entro Natale un terzo degli italiani sarà in bolletta sulla bolletta"

L’Associazione Reseller e Trader dell’Energia e la multiutilities company che azzera le bollette insieme per una grande campagna di sensibilizzazione sul tema.

Luce e gas, 'uBroker' e 'A.R.T.E.': "Entro Natale un terzo degli italiani sarà in bolletta sulla bolletta"

Autunno nero in vista per gli italiani. La preoccupante impennata del costo delle materie prime deputate a trasformarsi in forniture energetiche a partire dallo scorso luglio rischia di inchiodare la vita e l’economia degli italiani: famiglie e imprese. Nessuno escluso.

Abbiamo calcolato che, avanti di questo passo, oltre un terzo delle famiglie italiane avrà difficoltà a pagare le bollette entro Natale. Fatture che cresceranno in media di oltre 1.000 euro nell’intera stagione, sbilanciando i bilanci personali, e costringendo moltissimi a dover scegliere tra scaldarsi col cibo o con i termosifoni, se non addirittura vivere al buio”.

Sono parole di Diego Pellegrino, l’ormai mediaticamente noto portavoce di ‘A.R.T.E.’, ‘Associazione Reseller e Trader dell’Energia’, che rileva come “S’innesta così una catena funesta, una spirale controproducente pronta a portare via con sé aspetti non solo economici, ma anche sociali del Paese.” Concetti ben espressi e oggettivamente chiariti attraverso una serie di interviste mirate sul tema su canali di prima grandezza come ‘SkyTg24 Business e la tv ‘Milano Finanza’.

Per poi continuare: “Entro fine anno assisteremo a una progressiva morìa di attività su strada appartenenti al delicato e vitale settore del piccolo commercio, vitale per la vita quotidiana e fondamentale anche sotto il profilo del gettito che lo Stato da esso ricava. Tutti soggetti di mercato che faticano ormai da due anni a questa parte a restare a galla, confrontandosi ora anche con indicatori impazziti del prezzo di gas e luce che risucchiano ricavi, spese e risparmi di chi continua a credere nella propria attività per evitarne la chiusura, confidando in tempi migliori prossimi”, specifica Pellegrino, che con A.R.T.E., nata il 15 marzo 2020 in piena pandemia, dà voce a 110 operatori per un fatturato aggregato di 2 miliardi di euro, 12.300 addetti impiegati e più di 1,3 milioni di contatori forniti.

Al coro delle voci degli esperti si aggiunge quella di Cristiano Bilucaglia, Fondatore e Presidente di ‘uBroker Spa’, azienda associata ad ‘A.R.T.E.’: “Gli scenari geopolitici e internazionali in corso rendono difficile ogni azione di contrasto agli aumenti anche agli operatori come noi che per primi e da anni azzeriamo le bollette dei nostri clienti. E’ innegabile che i rincari fuori scala che stiamo vedendo quest’anno dovuti ad un aumento fuori controllo della borsa eletrcia si fanno sentire a prescindere dal gestore. Vorremmo disperatamente aiutare di più i nostri clienti, ma tutte le aziende di energia sono vittime della situazione tanto quanto chi legge”, conclude l’ingegnere e mecenate pluristimato dalle principali associazioni consumeristiche italiane.

c.s.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium