/ Cronaca

Cronaca | 17 maggio 2024, 08:00

Toti studia le carte e intende chiarire, ma intanto la Regione è quasi in paralisi

Il presidente, agli arresti domiciliari, convocato dopo il 27 maggio. I magistrati ascolteranno la prossima settimana le persone informate dei fatti, tra cui il sindaco Bucci

Toti studia le carte e intende chiarire, ma intanto la Regione è quasi in paralisi

Si sta preparando e ha anticipato al suo legale un messaggio, quello di essere "intenzionato a dimostrare la correttezza del suo operato" e la sua estraneità a quanto gli viene contestato Giovanni Toti, presidente al momento sospeso di Regione Liguria, ente sempre più in difficoltà dal momento che mancando la guida ufficiale molte pratiche, a cominciare da quelle finanziate con fondi del Pnrr, si sono arenate.

Verrà interrogato dai pm a partire dall'ultima settimana di maggio Toti, data non ancora fissata ma che è slittata in coda, anche per via delle esigenze della procura che ha già calendarizzato una serie di incontri nel tentativo di avere il quadro più completo possibile della situazione.

Intanto il governatore è ai domiciliari da dieci giorni, nella sua residenza di Ameglia nello spezzino e continua la lettura delle carte e degli atti, un lungo fascicolo che riassume quanto gli viene contestato, con intercettazioni e materiale di indagine che torna indietro nel tempo almeno al 2020. 

Arrestato insieme all'imprenditore Aldo Spinelli, al capo di gabinetto della Regione Matteo Cozzani e all'ex presidente del porto di Genova Paolo Emilio Signorini, l'unico in carcere, dovrà ricostruire i rapporti tra politica e imprenditoria portuale, i finanziamenti chiesti e ottenuti per le campagne elettorali, i movimenti e le partecipazioni ai pranzi in yacht a bordo dei quali si discuteva della spartizione del porto di Genova. 

Corruzione elettorale e falso le accuse che si sta preparando a contestare spiegando di aver agito al di fuori di violazioni.

Non solo lui: sono tante le voci che verranno ancora ascoltate per fornire elementi importanti di indagine, a partire dai testimoni, persone 'informate sui fatti', che la procura vorrebbe sentire entro la fine di questa settimana per poi, a partire dalla prossima, iniziare un secondo giro di interrogatori degli indagati.

Tra le persone informate c'è anche il sindaco di Genova Marco Bucci (non è indagato), che appare nelle carte dell'inchiesta in diverse circostanze tra cui gli incontri a bordo del Leila di Aldo Spinelli.

Dello stesso Spinelli trapelano intanto le dichiarazioni rese davanti al gip nell'interrogatorio fiume nel quale l'ex patron di Genoa e Livorno ha parlato sia di Toti che di Signorini.

Del governatore ha sottolineato che "millantava", che cioé si sarebbe 'venduto' operazioni già portate a termine da altri, e avrebbe ribadito la totale trasparenza degli aiuti nelle campagne elettorali.

Signorini è stato definito "un amico in difficoltà". L'ex presidente dell'Autorità portuale intanto rimane in carcere a Marassi. Potrebbe essere nuovamente sentito nei prossimi giorni e finché non avrà chiarito la sua posizione è al momento esclusa la richiesta di decadenza della misura cautelare. 

Valentina Carosini


Vuoi rimanere informato sulla politica di Genova e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo GENOVA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediGenova.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP GENOVA sempre al numero 0039 348 0954317.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium