/ Politica

Politica | 21 maggio 2024, 16:08

Caccia con l’arco in Liguria: le opposizioni chiedono un passo indietro, la Regione dice no

La maggioranza compatta ha bocciato l’emendamento con cui si chiedeva l’eliminazione della modalità di caccia tanto contestata dalle associazioni animaliste

Caccia con l’arco in Liguria: le opposizioni chiedono un passo indietro, la Regione dice no

L’introduzione della caccia con l’arco in Liguria nei mesi scorsi ha fatto discutere in tutta Italia. Le associazioni animaliste sono intervenute a più riprese attaccando la scelta dell’amministrazione regionale anche con raccolte firme online oltre a un ‘mail bombing’ nei confronti di alcuni rappresentanti della giunta.
Sul territorio regionale, inoltre, si sono verificati alcuni episodi che hanno dimostrato nella pratica come la caccia con arco e frecce possa essere potenzialmente dannosa per la fauna. Alcuni cinghiali, infatti, sono stati salvati da associazioni animaliste (specie a Ponente) mentre si aggiravano nei boschi con un dardo nel corpo tra atroci sofferenze.

La scelta dell’amministrazione regionale è stata spesso al centro delle critiche da parte delle opposizioni fino alla presentazione di un emendamento all’articolo 1 del ddl 179 “Norme regionali per la protezione della fauna omeoterma e per il prelievo venatorio”. Obiettivo: eliminare proprio il passaggio in cui si fa riferimento alla possibilità di cacciare anche con arco e frecce (tra l’altro manca ancora un regolamento in merito).

Emendamento che è stato bocciato dalla maggioranza, compatta nel dire “no”. La Regione Liguria, quindi, non fa un passo indietro e continua a consentire la caccia anche con arco e freccia.

Pietro Zampedroni


Vuoi rimanere informato sulla politica di Genova e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo GENOVA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediGenova.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP GENOVA sempre al numero 0039 348 0954317.

TI RICORDI COSA È SUCCESSO L’ANNO SCORSO A GIUGNO?
Ascolta il podcast con le notizie da non dimenticare

Ascolta "Un anno di notizie da non dimenticare" su Spreaker.

Telegram Segui il nostro giornale anche su Telegram! Ricevi tutti gli aggiornamenti in tempo reale iscrivendoti gratuitamente. UNISCITI

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium