/ Cronaca

Cronaca | 19 settembre 2018, 12:23

Volo Alitalia, l'imprenditore: "Mi hanno fatto sloggiare per far posto alla parlamentare. Con la scusa di un portatore di handicap"

Duilio Paolino scrive ad Alitalia: "Ho constatato che il mio posto era stato assegnato ad un politico e ai suoi accompagnatori, non ad un portatore di handicap come mi era stato detto"

Volo Alitalia, l'imprenditore: "Mi hanno fatto sloggiare per far posto alla parlamentare. Con la scusa di un portatore di handicap"

Stupefatto e sdegnato, ha scritto una lettera infuocata al servizio clienti di AlitaliaDuilio Paolino, noto imprenditore piemontese, era sul volo che nel tardo pomeriggio del 16 settembre collegava Fiumicino con l'aeroporto "Colombo" di Genova. Lo stesso airbus sul quale viaggiava l'onorevole Laura Boldrini, di recente impegnata a Savona, dove in tribunale si è tenuta la prima udienza del processo che la vede opposta al sindaco di Pontinvrea, Matteo Camiciottoli, chiamato a rispondere di diffamazione per un post scritto su Facebook. 

La vicenda è snocciolata dallo stesso Paolino, che, dopo essere tornato nel Cuneese dove ha sede la sua "Cosmo" (azienda specializzata in macchinari per l'agricoltura), ha messo nero su bianco il suo racconto per informare l'ufficio relazioni con il pubblico di Alitalia

"Avevo prenotato il volo 1391 e avevo effettuato regolare pagamento upgrade con scelta del posto - riporta l'imprenditore - Al momento della registrazione mi viene comunicato che sono stato spostato al 20C senza che nessuno faccia riferimento al fatto che io avevo pagato 15 euro proprio per quello spazio; ma mi è stata data la motivazione secondo la quale una persona portatrice di handicap avrebbe dovuto avere quel posto. Non ho fatto alcuna obiezione e non ho nemmeno pensato a chiedere il rimborso"

Salendo a bordo, però, Paolino si accorge che il sedile che aveva scelto al momento della prenotazione non è stato attribuito ad un viaggiatore con disabilità.

"Con grande stupore e arrabbiatura, ho constatato che il mio posto era stato assegnato ad un politico e ai suoi accompagnatori - puntualizza l'imprenditore - Non contesto il fatto che mi sia stata raccontata una bugia, ma è stato fuori luogo il modo e il comportamento adoperati dalla compagnia di fronte a clienti come il sottoscritto che paga regolarmente il biglietto e in viaggio per lavoro". 

L'imprenditore tira in ballo Alitalia, per la giustificazione che la compagnia di bandiera avrebbe accampato: la presenza di un portatore di handicap, poi rivelatasi non corretta. 

L'ex presidente della Camera, ignara delle decisioni della società aerea, si è limitata ad occupare il posto assegnatole.

Ne è scaturita una discussione a bordo e l'imprenditore piemontese non ha potuto far altro, per principio, che protestare e addurre le proprie motivazioni; una volta tornato a casa ha scritto alla compagnia, chiosando: "Certe persone dovrebbero sedersi in quei posti dove siedono tutti, forse per cominciare a girare quel film 'Ritorno alla normalità'...". 

Qui la nota dell'ufficio comunicazione di Laura Boldrini: Lamentela imprenditore per volo Alitalia: Laura Boldrini "seduta nel posto assegnato e non al corrente della vicenda".

red

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium