/ Cronaca

Cronaca | 09 novembre 2018, 19:50

Il Ponente prova a rialzarsi dopo i danni del maltempo

Il Municipio VII alla conta dei problemi tra alberi caduti, cimiteri chiusi e parchi devastati. L’assessore Frulio: “I cittadini stanno collaborando, è un bellissimo segnale”. A Villa Duchessa anche gli studenti dell’agrario ‘Marsano’

Il Ponente prova a rialzarsi dopo i danni del maltempo

Per il sindaco di Genova Marco Bucci “Genova ha tenuto rispetto ad altre città italiane” durante questi giorni di maltempo. Ma nel Municipio VII Ponente, in particolare a Voltri e in alcune zone collinari, non la pensano affatto così.

La passeggiata è completamente devastata: converrà rifarla completamente da zero, invece di provare a restaurarla. Il cimitero di Voltri è chiuso nella sua parte superiore. Quello di Crevari è altrettanto non accessibile. Il Parco di Villa Duchessa di Galliera è stato seriamente compromesso. Quello di Villa De Mari altrettanto. Centinaia di alberi sono caduti. Molti altri sono pericolanti.

Sul territorio sono impegnati da giorni gli operai di Aster, i tecnici, moltissimi volontari delle varie associazioni. L’assessore municipale ai Lavori Pubblici Matteo Frulio è in continua attività. “In questi giorni molto intensi - afferma - il Municipio VII Ponente sta eseguendo i sopralluoghi e sta portando avanti alcuni interventi di manutenzione con Aster. Sono state ripristinate le luci nel tratto Sorgenti Sulfuree/via Martiri del Turchino e piazza Gaggero. Sempre Aster ha eseguito l'asfaltatura del marciapiede lato mare di via Camozzini, nel tratto compreso tra la chiesa e il liceo”.

Per quanto riguarda l’interno, anche qui si lavora senza sosta: “Stiamo monitorando - prosegue Frulio - le frane e smottamenti in Val Cerusa/Brigna e San Carlo in Val Varenna con il geologo del Comune. Sempre con i Lavori Pubblici, nei giorni scorsi, abbiamo svolto un sopralluogo in Villa De Mari. Il Municipio finanzierà interventi per circa ventimila euro, mentre il Comune provvederà alle somme urgenze per abbattimenti di alberi pericolanti. Porteremo comunque avanti i progetti di riqualificazione i cui fondi sono stati destinati poco prima della tempesta, vale a dire il rifacimento dei marciapiedi con il sostegno dei commercianti e i giardini di piazza Odicini. Sicuramente con alcuni ritardi rispetto alla tabella di marcia. Ma la priorità è data alla messa in sicurezza di parchi, scuole e impianti pubblici. Chiedo quindi ai cittadini di portare pazienza”.

Una delle situazioni più critiche, oltre a Villa De Mari, è quella del Parco storico di Villa Duchessa di Galliera e del suo Giardino all’Italiana, che da sempre ne rappresenta il fiore all’occhiello. Pure qui, da giorni, stanno operando i dipendenti di Aster, insieme ai volontari e agli amici del parco. “Il bosco - informano le varie realtà che gestiscono la struttura - ha perso numerosi alberi secolari tra cui cedri bicentenari, corbezzoli vecchissimi, pini monumentali. La strada del Santuario è rimasta preclusa da alberi crollati al suolo. Ora il primo obiettivo è riaprire il Giardino all'Italiana. Pian piano aree del bosco. Una cosa è certa, non abbandoneremo mai il nostro splendido parco. E invitiamo chiunque abbia buona volontà a venire a darci una mano”.

Un appello non caduto nel vuoto. Tutt’altro. Tra i primi a rispondere, alcuni insegnanti dell’istituto agrario ‘Marsano’, che hanno coinvolto nei lavori un’intera classe. Un’immagine bellissima, ragazzi che si rimboccano le maniche insieme ai loro docenti e agli altri collaboratori del parco. Per restituirlo il prima possibile al suo consueto splendore. Uno dei compiti prioritari è quello di ‘liberare’ la strada delle Grazie. “E’ chiaro - osserva Frulio - che i lavori saranno più veloci se miglioreranno le condizioni climatiche. Ma la cosa bella è che ci sono moltissimi cittadini disposti a rimboccarsi le maniche per difendere il proprio territorio”.

Sui cimiteri, due notizie: quello di Crevari, rimesso in sicurezza dopo la caduta di alcuni alberi, sarà riaperto all’inizio della prossima settimana. Una volta terminati gli interventi qui, ci si sposterà a Voltri, dove c’è da eseguire un lavoro importante nel livello più alto del camposanto, quello rimasto maggiormente compromesso dopo il forte vento dei giorni passati.

Altro fronte ‘caldo’, non per la temperatura ma di certo per l’urgenza, quello sul mare. “Il lungomare è completamente devastato. L’assessore Fanghella si è reso conto della situazione, ma poi non abbiamo più avuto nessuna notizia. Che cosa si ha intenzione di fare con la passeggiata di Voltri? Il Governo centrale ha stanziato per l’emergenza maltempo in Liguria una cifra ridicola, che a malapena servirà per un solo comune coinvolto. E’ necessario che venga assolutamente rimpinguata e che sia fatto un ragionamento complessivo sulle opere pubbliche”.

Nel fine settimana, doveva essere in programma, intanto, la pulizia della spiaggia. “Abbiamo ‘le braccia’ - dice Frulio - ovvero la ‘forza lavoro’ che scalpita, ma sinché Amiu non ci metterà a disposizione gli scarrabili per portare via tutto il materiale raccolto, non potremo iniziare”.

A visionare i danni di Voltri, martedì scorso, anche la deputata del Partito Democratico Paola De Micheli, già Commissario Straordinario alle Aree Colpite dal Terremoto del Centro Italia, carica prorogata sino allo scorso ottobre dall'attuale governo. “Si è prima recata a Voltri - racconta l’assessore municipale - a vedere la passeggiata e a discutere delle problematiche avute con la tempesta del 29 ottobre. Poi in Valpolcevera. Con noi anche rappresentanti dei comuni di Cogoleto e Arenzano. Si è poi svolto un approfondimento sulla gestione delle emergenze e sul ruolo delle amministrazioni locali in fasi critiche come quelle che abbiamo subito. Oltre i rappresentanti dei Municipi, erano presenti anche i sindaci dei Comuni dell'area metropolitana di Genova, tra cui Rossiglione e Mele e rappresentanti degli stabilimenti balneari”. A organizzare gli incontri, Simone D'Angelo, responsabile Lavoro del Pd genovese.

 

Alberto Bruzzone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium