/ Cronaca

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca | martedì 04 dicembre 2018, 10:34

La procura verso un "Dissequestro graduale" del Morandi per accelerare la ricostruzione

Il procuratore genovese Francesco Cozzi: " Bisogna fare in modo che non vengano soppressi elementi di prova utili al pm. Le difese, inoltre, potrebbero sempre contestarli. Non ci vogliamo mettere nelle condizioni per cui, un domani, qualcuno possa dire 'si è dispersa la prova'"

La procura verso un "Dissequestro graduale" del Morandi per accelerare la ricostruzione

La procura di Genova ha intenzione di procedere con un dissequestro "graduale" dei monconi del ponte Morandi, n maniera tale da consentire la massima celerità possibile alla ricostruzione, compatibilmente con l'esigenza di tutela re potenziali elementi probatori importanti per il processo: questa in sintesi la posizione espressa dal procuratore Franxcescio Cozzi in un'intervista rilasciata al Corriere della Sera.

"Noi abbiamo il dovere di garantire giustizia alle vittime del disastro - spiega Cozzi in relazione alla richiesta del commissario Bucci di procedere con la massima velocità possibile - Bisogna fare in modo che non vengano soppressi elementi di prova utili al pm. Le difese, inoltre, potrebbero sempre contestarli. Non ci vogliamo mettere nelle condizioni per cui, un domani, qualcuno possa dire 'si è dispersa la prova'. In ogni caso, per andare incontro alla richiesta di celerità potremmo disporre un dissequestro graduale".

Cozzi precisa che i monconi del viadotto potranno essere smantellati: "Appena i demolitori si saranno accordati con i periti e i consulenti sulle parti del ponte che devono essere salvaguardate ai fini dell'indagine". La consegna del lavoro dei periti di parte sui reperti non ha però ancora tempi certi: "Slitta e non saprei a quando - chiarisce Cozzi - Dovranno attendere le risposte dei laboratori federali di Zurigo che stanno analizzando le macerie inviate in novembre. A questo punto direi che una loro risposta completa si avrà con l'esame delle parti da conservare". Quanto ai due consulenti della Procura, "dovrebbero consegnare la consulenza intorno alla metà di dicembre", assicura il magistrato.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore