/ Politica

Che tempo fa

Cerca nel web

Politica | mercoledì 12 dicembre 2018, 18:40

#insiemerialziamolatesta: Cgil e Uil in piazza per chiedere investimenti e infrastrutture per il futuro di Genova e della Liguria

I sindacati sono stati ricevuti dal prefetto, a cui hanno portato un documento con una serie di richieste nei confronti del governo. In piazza lavoratori e diversi esponenti dei partiti di opposizione

#insiemerialziamolatesta: Cgil e Uil in piazza per chiedere investimenti e infrastrutture per il futuro di Genova e della Liguria

Far partire cantieri e garantire finanziamenti alle opere infrastrutturali programmate sul territorio senza perdere altro tempo, a partire dal Terzo Valico: questa è una delle richieste contenute nel documento che Uil e Cgil hanno portato al prefetto Fiamma Spena nel contesto della manifestazione #insiemerialziamolatesta.

Sindacalisti, lavoratori e diversi esponenti dei partiti di opposizione si sono ritrovati davanti al palazzo della Prefettura il largo Lanfranco per chieder al governo maggiori investimenti e attenzione per Genova e la Liguria, ancora duramente provato prima dal crollo del Morandi e poi dalla successiva ondata di maltempo che ha flagellato soprattutto le coste. Una delegazione della protesta è stata ricevuta dal prefetto, a cui è stato consegnato un documento con le richieste di lavoratori  sindacati al governo.

"Chiediamo che vengano riavviate immediatamente le opere infrastrutturali - spiega il segretario generale della Uil Liguria Mario Ghini -. Con la caduta del ponte Morandi non si sono solo spezzate Genova e la Regione, ma si è anche creato un blocco economico alla ripresa di questa città. In un momento come questo non è possibile perdere tempo prezioso ripensando ai costi e ai benefici".

"ponte Morandi e maltempo hanno aggravato una situazione già complicata dal punto di vista del lavoro - spiega il segretario generale della Cgil Liguria Igor Magni-. Abbiamo la doppia necessità di affrontar la ricostruzione del ponte  di cominciar a fare degli investimenti seri su questa città. Diamo un documento al prefetto affinché si faccia portavoce presso il governo delle richieste del territorio e delle sue esigenze. La legge di bilancio è in discussione, e dentro quel testo sono previsti dei fondi per Genova: noi speriamo non avvengano manipolazioni e quelle risorse non scompaiano".

Carlo Ramoino

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore