/ Cronaca

Cronaca | 09 ottobre 2019, 11:01

Area cani a Villa Gruber: il Comune dice che non si può fare

E' l'assessore Matteo Campora a spiegare che nel parco storico non si può avere un'area sgambatura. Domani la manifestazione dei proprietari dei cani

Area cani a Villa Gruber: il Comune dice che non si può fare

Ieri, dopo che La Voce di Genova ha parlato della manifestazione che i padroni dei cani di Castelletto faranno a Villa Gruber giovedì 10 ottobre, per protestare contro la decisione del Municipio I Centro Est di realizzare un’area cani fuori dal parco, in Via Cesare Corte, anche in Consiglio Comunale si è parlato dell’area sgambatura.

A chiedere informazioni su questa questione, che coinvolge da mesi diversi comitati di quartiere, come “Villa Gruber Non solo Cani”, è stato Alberto Campanella. Sembra, infatti, che una nuova area, di cui si è interessato l’Ufficio Verde Pubblico del Comune, “non sia autorizzata dentro Villa Gruber in quanto parco storico”, ha spiegato l’assessore Matteo Campora, mentre il progetto deciso dal Municipio “è in attesa dell’autorizzazione della Soprintendenza”.

In realtà la questione riguarda diversi parchi storici e aree verdi di Genova, dal Peralto a Villa Imperiale (già definita impraticabile da molti padroni di animali) e specialmente, appunto, il quartiere di Castelletto (il più popolato di cani), per cui, ha concluso l’assessore: “Occorre trovare, non solo per questo parco, delle soluzioni per prevedere all’interno di queste realtà delle aree di sgambatura per i nostri amici a quattro zampe”.

Probabilmente domani, quattro zampe e padroni manifesteranno lo stesso, perché la soluzione di Via Cesare Corte a loro non piace proprio, ritenendola pericolosa e inadatta.

Medea Garrone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium