/ Eventi

Eventi | 22 gennaio 2020, 08:34

CertOSA: week-end all'insegna del quartiere condiviso

dal 24 al 26 gennaio, riprendono le attività del Progetto CertOSA Quartiere Condiviso, con una tre giorni di teatro, cibo, attività per bambini aperta a tutta la cittadinanza con due repliche dello spettacolo Da madre a madre della Compagnia del SUQ

CertOSA: week-end all'insegna del quartiere condiviso

Il prossimo weekend, dal 24 al 26 gennaio, riprendono le attività del Progetto CertOSA Quartiere Condiviso, con una tre giorni di teatro, cibo, attività per bambini aperta a tutta la cittadinanza con due repliche dello spettacolo Da madre a madre della Compagnia del SUQ, una cena conviviale a buffet, con cibi della tradizione genovese e di quella etiope eritrea, preparati dal ristorante Da o tagiaen e il laboratorio interculturale per bambini e genitori “CertOSA… come me”, per leggere e pitturare insieme.

Il Progetto CertOSA Quartiere Condiviso, che prosegue sino a novembre 2020, ha l’obiettivo di favorire l’innovazione culturale e civica al servizio di un quartiere periferico particolarmente ferito dal crollo del Ponte Morandi. Tra le azioni previste i “weekend in festa”, ogni ultimo weekend del mese, all’insegna del dialogo e della conoscenza tra generazioni e culture, con proposte accessibili a tutti: l’ingresso agli spettacoli il 24 e 25 sarà a offerta libera, € 10 il costo della cena di sabato 25 ore 20.30, gratuito il laboratorio di domenica 26 ore 16. Tutti gli appuntamenti saranno al Teatro SOC di Certosa.

Venerdì 24 ore 21 e sabato 25 gennaio alle ore 19 va quindi in scena lo spettacolo Da madre a madre, un’idea di Carla Peirolero, ispirato a L’anello forte di Nuto Revelli. Scritto e interpretato da Irene Lamponi, Bintou Ouattara, Carla Peirolero e diretto dal regista Enrico Campanati. Lo spettacolo ha debuttato in prima nazionale alla Chiesa di San Pietro in Banchi, durante il 21° SUQ Festival, ottenendo successo di pubblico (tre repliche sold out) e critica. Partorito da un lavoro di scambio e scrittura tra le tre protagoniste il copione ruota attorno a un matrimonio imminente, misto. Ma è solo un pretesto. Si ride e ci si commuove in uno spettacolo che intreccia esperienze, ricordi famigliari, geografie diverse.

Sabato 25 alle ore 20.30, cena conviviale a buffet in compagnia degli artisti, per assaggiare cibi della tradizione genovese e di quella etiope eritrea: Torte di verdure, Stoccafisso, Injera , Zighini, Alicia e Sciro. Per conoscere la cultura gastronomica di due importanti paesi  africani grazie al Ristorante Da o tagiaen di Salita Santa Brigida, gestito da Nazret Menghistie e Mor Guido.

(Prezzo cena € 10, posti limitati, consigliabile la prenotazione: tel. 329 20 54 579 email certosa@suqgenova.it

Il pomeriggio di Domenica 26 C, è dedicato a bambini e famiglie dalle ore 16, al Teatro SOC con il laboratorio di lettura e pittura condivisa CertOSA come me, ispirato al libro per l’infanzia “Come me”, curato dalla Cooperativa ASCUR.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium