/ Cronaca

Cronaca | 15 giugno 2018, 14:22

Salvini a Genova: "I cinici e gli irresponsabili sono oltre confine"

La visita del ministro degli Interni nel capoluogo ligure: migranti, taser, inchiesta sui fondi della Lega

Matteo Salvini in Prefettura a Genova

Matteo Salvini in Prefettura a Genova

Selfie, strette di mano e, da lontano, una piccola contestazione coordinata da Rifondazione Comunista. La visita genovese di Matteo Salvini si è svolta a ritmo serrato: l'incontro con l'agente ferito e ricoverato in ospedale, e poi il passaggio in Prefettura. Imponente il servizio di sicurezza intorno al titolare del Viminale. Unico grattacapo per la Digos, intorno alle 6 di questa mattina, il piccolo incendio di panni sporchi che qualcuno ha appiccato in un ascensore in disuso del San Martino come gesto di rimostranza contro l'arrivo del leader leghista. Il rogo è stato spento rapidamente e l'allarme è rientrato. 

Ad accogliere Salvini all'aeroporto "Colombo" è stata il prefetto Fiamma Spena. Il ministro ha portato la propria solidarietà ai poliziotti coinvolti nei tragici fatti avvenuti domenica in un appartamento a Borzoli in cui è morto un ventenne sudamericano che doveva essere sottoposto a Tso. Salvini, al San Martino, ha fatto visita al sovrintendente di polizia accoltellato nel corso dell'intervento. I genitori del giovane ecuadoriano, invece, hanno rifiutato di incontrare il ministro.  

Immediatamente dopo è avvenuto lo spostamento in Prefettura. A ridosso del Palazzo territoriale del Governo, numerosi i fan che hanno accolto Salvini. Al termine di via Roma, invece, un presidio con alcuni contestatori. Salvini ha avuto un breve confronto con il presidente della Regione, Giovanni Toti, e con il sindaco di Genova, Marco Bucci, accompagnato dal sottosegretario alle Infrastrutture, Edoardo Rixi, e dalla vicepresidente regionale, Sonia Viale

Il ministro degli Interni ha ribadito la posizione sui migranti dopo il braccio di ferro diplomatico con la Francia: "Sono convinto che l'Italia debba continuare a salvare vite, ma non posso essere punto di approdo per i trafficanti di esseri umani e per migliaia di rifugiati che rifugiati non sono. Adesso non solo la Spagna, ma anche tutti gli altri Paesi europei che hanno dormito, si sveglino". 

"Dal vertice del presidente del consiglio in Francia mi aspetto rispetto e aiuti concreti - è il messaggio di Salvini a Macron - A Ventimiglia i cinici e gli irresponsabili sono oltre confine". Si prevede, presto, un sopralluogo del ministro degli Interni nella città ligure di frontiera.  

Quanto alla sperimentazione del taser, da avviare in Italia, "lo usano in tanti paesi europei civili, dalla Gran Bretagna alla Francia; su questo Macron non potrà criticarci", ha affermato il segretario del Carroccio. "Prima si sperimenta - ha puntualizzato - Il taser non è una scelta dello sceriffo Salvini. Io ho messo solo la firma finale su un progetto portato avanti dalle passate amministrazioni. Molto probabilmente la tragedia di Genova poteva finire in modo diverso se fosse già stata attiva questa sperimentazione". 

Salvini ha anche affrontato l'argomento dell'inchiesta sulla presunta sparizione dei fondi della Lega. I pm genovesi vogliono capire dove sia andato a finire il cosiddetto tesoro del Carroccio: 48 milioni di euro di rimborsi elettorali dal 2008 al 2010, per i quali sono stati condannati in primo grado per truffa, nel luglio dello scorso anno, Umberto Bossi e l'ex tesoriere Francesco Belsito. "Mi spiace che si stiano perdendo denaro pubblico e tempo per questa indagine - ha detto Salvini - Cercano conti correnti in Europa che non esistono e si sono perquisite in banche in cui non abbiamo denaro da anni. Spero che chiudano in fretta, spero che impegnino meno uomini e meno soldi. Noi siamo assolutamente tranquilli". 

rg


SPECIALE ELEZIONI 2022 - GENOVA
Vuoi rimanere informato sulla politica di Genova in vista delle elezioni 2022 e dire la tua?
Iscriviti al nostro servizio gratuito! Ecco come fare:
- aggiungere alla lista di contatti WhatsApp il numero 0039 348 0954317
- inviare un messaggio con il testo GENOVA
- la doppia spunta conferma la ricezione della richiesta.
I messaggi saranno inviati in modalità broadcast, quindi nessun iscritto potrà vedere i contatti altrui, il vostro anonimato è garantito rispetto a chiunque altro.
LaVocediGenova.it li utilizzerà solo per le finalità di questo servizio e non li condividerà con nessun altro.
Per disattivare il servizio, basta inviare in qualunque momento un messaggio WhatsApp con testo STOP GENOVA sempre al numero 0039 348 0954317.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium