/ Attualità

Attualità | 24 ottobre 2018, 09:15

Rifiuti, Pd: "Bene mozione su discariche abusive, ma sindaco non aumenti la Tari"

Approvata una mozione dei rappresentanti del M5S a causa dell'aumento delle discariche abusive a cielo aperto in tutte le zone di Genova. Pd teme aumento della Tari, mentre Nuovo PSI suggerisce mezzi elettrici più moderni

Rifiuti, Pd: "Bene mozione su discariche abusive, ma sindaco non aumenti la Tari"

Nel Consiglio comunale di ieri, martedì 3 ottobre, è stata approvata una mozione dei rappresentanti del M5S: a causa dell'aumento delle discariche abusive a cielo aperto in tutte le zone di Genova, hanno chiesto al sindaco e alla Giunta di attivare una mappatura delle stesse e dei depositi incontrollati di rifiuti e di procedere al seguente monitoraggio, anche con strumenti di controllo da remoto, in modo da colpire il più tempestivamente possibile chi abbandona i rifiuti. Hanno anche chiesto che con Amiu vengano stanziate delle risorse finanziarie per procedere alla rimozione dei rifiuti e alla bonifica di quei siti abusivi che presentano una situazione di maggior rischio sotto il profilo sanitario.

Ma le dichiarazioni odierne del sindaco Marco Bucci, però, preoccupano il gruppo consiliare del Pd. Che in una nota stampa commenta: "Il primo cittadino, argomentando la condivisibile necessità di un incremento della raccolta differenziata in città, ha detto che, nel caso non si riesca a raggiungere risultati soddisfacenti su questo capitolo, sarà inevitabile un aumento della Tari per i cittadini. Siamo al fianco del sindaco nella campagna di incentivo alla raccolta differenziata a Genova, ma non vorremmo che questa argomentazione diventasse una giustificazione preventiva per scaricare sui genovesi e sgravare lui e la sua giunta della gestione dei rifiuti, servizio prioritario e proprio per un grande Comune come Genova, e servisse anche da scusa per eventuali aumenti della TARI che possono essere ovviati percorrendo altre strade, in primis l’investimento in nuovi impianti, di cui la nostra città ha estremo bisogno".

Mentre il Nuovo PSI  suggerisce: " È necessario inserire in tutta la città i cassonetti per la raccolta del l'umido. Non rinviabile la sostituzione dei piccoli cassonetti della plastica con nuovi cassoni compattatori a riduzione della plastica, cosi per la carta o cartone. È necessario creare disponibilità economica per comprare mezzi elettrici, per pulire i marciapiedi e la strada, di misura ridotta per operare tra auto posteggiate e il marciapiede. Si potrà così aspirare quanto oggi finisce nelle caditoie e nei tombini occludendoli e che rarissimamente vengono ripuliti. La macchina elettrica vista in Russia, aveva un solo operatore, e la macchina sgancia sacchi pieni chiusi ritirati dopo poco da un camion. Creare nella città zone per fumatori. Oggi i mozziconi di sigarette sono ovunque,  mentre chi trasgredisce deve essere multato. Dove possibile creare in ogni quartiere di Genova delle zone controllate con telecamere dove sia possibile depositare materiali ingombranti, mobili, materassi, arredi esclusi materiali edili ed inquinanti. Pensare, infine, seriamente a inceneritori di ultima generazione, non come quello della Volpara, questo affinché Genova non diventi tutta una Scarpino".

Redazione giornalistica

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium