/ Attualità

Attualità | 22 novembre 2019, 12:04

Piazza Banchi, soppalco nella Loggia: la petizione per evitarlo

A sollevare in consiglio comunale il problema è stato Alessandro Terrile, mentre la petizione è stata lanciata da Giovanna Rotondi

Piazza Banchi, soppalco nella Loggia: la petizione per evitarlo

"Ho presentato un'interrogazione alla Giunta per sapere se il progetto Museo della Città - Genoa City Museum che prevede l'installazione di un soppalco di tre piani all'interno della Loggia di Banchi ha ottenuto l'assenso della Soprintendenza", ha affermato Alessandro Terrile (Pd).

"Sarebbe singolare che il Comune avesse ottenuto i fondi dalla Compagnia di San Paolo senza avere acquisito le preventive necessarie autorizzazioni alla realizzazione del Museo. L'interrogazione è stata posta al ventesimo posto dell'ordine del giorno del Consiglio Comunale e non è stata discussa", ha concluso.

Intanto è stata lanciata da Giovanna Rotondi una petizione online per evitare che l'edificio venga soppalcato (per firmare clicca QUI):

Da notizie di stampa apprendiamo che il Comune di Genova intende adibire la cinquecentesca Loggia dei Mercanti, in Piazza Banchi, a sede del Museo della Città. 

Per il relativo allestimento la Loggia diventerebbe il contenitore di una ingombrante soppalcatura di 4 piani.

Tale struttura interferirebbe gravemente con la spazialità originaria annullando la grandiosità architettonica voluta da Andrea Ceresola detto il Vannone, che la costruì tra il 1589 e il 1595. Sarebbe un grave sbaglio riempire di strutture inappropriate tale spazio loggiato configurato come piazza coperta a lato di piazza Banchi: si tratta di un'architettura civile unica, esempio straordinario per l'epoca e per il contesto in cui è inserita.
Inoltre l'ingombro del soppalco nasconderebbe alla vista di chi entra il lunettone di fondo affrescato dal pittore toscano Pietro Sorri, rappresentante la Madonna con i Santi protettori di Genova Giovanni Battista e Giorgio.

Ricordando che ai sensi della legge di tutela gli edifici monumentali non possono essere adibiti ad usi non compatibili con i loro caratteri storici ed artistici, chiediamo che al Museo della Città venga destinata sede più idonea o che siano adottate soluzioni progettuali rispettose della fisionomia originaria del monumento.

 

 

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium