/ Attualità

Attualità | 03 dicembre 2019, 18:30

Il “Mondo terracqueo” illuminerà Portofino e sarà portavoce di bellezza e sostenibilità ambientale

Il sindaco Viacava: “Il progetto si propone obiettivi ambiziosi, abbiamo ricevuto un patrimonio che è nostra responsabilità valorizzare”

Il “Mondo terracqueo” illuminerà Portofino e sarà portavoce di bellezza e sostenibilità ambientale

Il 13 dicembre, nel giorno di Santa Lucia che la tradizione popolare indica come quello con meno ore di luce dell’anno, Portofino s’illuminerà di bellezza, poesia e sostenibilità grazie a “Mondo terracqueo”, progetto culturale e artistico realizzato grazie alla collaborazione tra il Comune di Portofino, Geometry global Italy e il maestro Marco Nereo Rotelli.

Tale progetto sarà presentato nel cuore della più rinomata ed esclusiva meta turistica della riviera ligure, un’originale installazione dell’artista veneziano nonché primo passo di un articolato progetto finalizzato a valorizzare e dare nuova luce a Portofino come microcosmo di terra e mare, modello compiuto di bellezza e simbolo di un equilibrio possibile tra cultura e natura. La sfera, alta 250 cm, verrà collocata nel mezzo del porto e sarà raggiungibile attraverso una passerella galleggiante: un percorso inedito che porterà le persone in mezzo al mare alla scoperta di preziosi messaggi di sostenibilità ambientale. Realizzata in acciaio, riporterà le parole, incise a fuoco, dedicate al mare e al pianeta e provenienti dai più grandi poeti del mondo. Cuore del progetto e dell’installazione stessa è la luce, vera e propria cifra stilistica di Rotelli.

Durante la notte il globo s’illuminerà dall’interno rendendo ancor più evidenti le parole incise mentre una musica ispirata ai suoni dell’acqua, appositamente creata dal dj e conduttore radiofonico Alessio Bertallot, si diffonderà dall’interno della sfera integrando vibrazioni, note, voci di differenti culture e stili musicali, in un’alchimia perfetta tra stile antico e contemporaneo. Al messaggio poetico verrà affiancata un'informazione scientifica fornita dall’Acquario di Genova e dall’omonima Fondazione, parti attive del progetto che, attraverso i monitor collocati sulla struttura, forniranno informazioni, dati e grafici sulla salute del mare.

“Il progetto che stiamo avviando con questo evento – dice il sindaco di Portofino Matteo Viacava – si propone obiettivi ambiziosi per un’amministrazione locale e una piccola comunità come quella di Portofino. Tuttavia abbiamo ricevuto in custodia un patrimonio di bellezze naturali e paesaggistiche, tradizioni, cultura e rispetto per le risorse del territorio che non ha eguali e che è nostra precisa responsabilità valorizzare al meglio, traghettandolo nel futuro”.

Massimo Bondì

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium