/ Cronaca

Cronaca | 06 aprile 2020, 16:51

Donate uova e colombe pasquali all'ospedale San Martino di Genova

E Sprint academy in collaborazione con fastweb ha consegnato stamane venti tablet, occasione per lanciare la campagna #scendiinpista

Donate uova e colombe pasquali all'ospedale San Martino di Genova

Secondo il consueto bollettino dell’ospedale San Martino di Genova ad ora sono 39 i ricoverati in malattie infettive, 41 nelle 3 rianimazioni più 8 pazienti in sub intensiva, 30 al padiglione 10, 77 al padiglione 12, 33 al 5° piano della palazzina laboratori, 55 quelli gestiti al 1° piano del Pronto soccorso, 46 al Maragliano.

Il dottor Gratarola informa che le rianimazioni del monoblocco hanno gestito ad oggi 90 pazienti intubati covid positivi: 22 i dimessi, 40 sono attualmente i ricoverati, 8 in svezzamento pronti per la dimissione, 20 i decessi. Riparato intanto l’accesso all’acceleratore della radioterapia che ha ripreso la regolare attività; viene altresì segnalata la partenza del cantiere per la nuova tomoterapia con la chiusura dei lavori prevista il 2 settembre.

Sprint academy, società che opera nel mondo dell’atletica leggera con l’intento di promuovere la diffusione di questa sport, in collaborazione con fastweb ha consegnato stamane 20 tablet con Sim voce e dati fastweb al policlinico oltreché alla Regione Lombardia. Grazie anche a questi tablet il personale medico potrà consentire ai pazienti ricoverati di comunicare con le proprie famiglie e mantenere i contatti in questo momento di distanza. Inoltre gli stessi medici potranno avvalersi dei device per comunicare a distanza e in sicurezza, tra loro e con i pazienti, secondo il progetto promosso da sistemi informatici, ufficio stampa e gestione del rischio clinico dell’ospedale. Quattro i testimonial d’eccezione di questa donazione con in testa l’atleta azzurro Filippo Tortu, con lui Luminosa Bogliolo, Lorenzo Perini e Salvino Tortu. La donazione vuol essere anche l’occasione per lanciare la campagna #scendiinpista: un modo per comunicare a tutti la necessità d’essere coinvolti in prima linea anche con piccoli gesti e offerte a tutte le associazioni attive nel fronteggiare l’emergenza covid-19.

Infine proseguono le donazioni spontanee di privati e aziende: uova e colombe stanno facendo capolino nei reparti in previsione della Pasqua.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium