/ Innovazione

Innovazione | 04 giugno 2020, 11:44

UniGe si aggiudica il finanziamento Filse per le infrastrutture di ricerca

Con 7 progetti, di cui 5 come capofila, UniGe si è aggiudicata il finanziamento Filse per potenziare le infrastrutture di ricerca e per realizzarne interventi funzionali allo sviluppo che possano avere ricadute rilevanti nell'industria e nel sistema delle imprese liguri.

UniGe si aggiudica il finanziamento Filse per le infrastrutture di ricerca

L’Università di Genova si è aggiudicata il finanziamento di Filse – Finanziaria Ligure per lo Sviluppo Economico – per potenziare le infrastrutture di ricerca con l’obiettivo di ricoprire un ruolo a livello europeo e per realizzare interventi funzionali allo sviluppo e alla messa in rete delle attività di ricerca che possano avere ricadute rilevanti nell'industria e nel sistema delle imprese liguri.

Sono 7 i progetti UniGe, di cui 5 come capofila, presentati e finanziati sul bando di Regione Liguria, sul totale di 9 in graduatoria, per un investimento complessivo previsto sulle infrastrutture di ricerca che ammonta a circa 6,8 milioni di euro. L’investimento è finanziato per il 50% da Filse con contributi a fondo perduto e, per la restante parte, da UniGe e dagli altri partner coinvolti: Dltm, Cnr, Siit, Ircss San Martino, Gaslini, IIT, Ticass.

Le infrastrutture di ricerca che beneficeranno degli investimenti sono già attive, censite e accreditate da Regione Liguria; hanno partecipato al bando singolarmente o in rete con l’obiettivo di rafforzare la loro competitività sul territorio. Le attività di ricerca che si svilupperanno, tutte incentrate sull’innovazione, affrontano le tematiche più disparate: sistema navale e portuale, tecnologie marine, settore energia, microscopia elettronica, sperimentazione animale, terapie e tecnologie riabilitative, qualificazione dei materiali superconduttori in alto campo magnetico.

“Un grande successo per la valorizzazione delle attività di ricerca” dichiara il prof. Marco Invernizzi, Prorettore alla Ricerca dell'Università di Genova, “un successo dovuto alle grandi potenzialità dimostrate dalle nostre infrastrutture nel campo della ricerca e dell’innovazione, fondamentali per lo sviluppo e il rafforzamento della competitività del territorio ligure”.

Il bando di Regione Liguria è finanziato su POR FESR 2014-2020 Asse 1 – Ricerca e Innovazione – Azione 1.5.1 – Sostegno alla Infrastrutture di Ricerca considerate critiche/cruciali per i sistemi regionali.

Le 7 infrastrutture di ricerca

Shil-Ship In the Loop

Ambiti e finalità: potenziamento della ricerca nella simulazione del sistema nave e portuale, di supporto all’industria e alle imprese finalizzato all’aumento dell'attrattività per investitori esteri e per risorse umane di eccellenza.

Strutture coinvolte: consiste nell’aggregazione di diverse infrastrutture di ricerca presenti sul territorio, in particolare "Centro di supercalcolo" gestita da DLTM – Distretto Ligure delle Tecnologie marine, "VINCI – Virtualization Infrastructure for Cybersecurity and Internet of Things" gestita da UniGe, "ITE – Impianti e tecnologie per lo sviluppo di conoscenze nel campo dell'energia" gestita da UniGe.

Dipartimenti UniGe coinvolti: DITEN – Dipartimento di ingegneria navale, elettrica, elettronica e delle telecomunicazioni; DIBRIS – Dipartimento di informatica, bioingegneria, robotica e ingegneria dei sistemi; DIME – Dipartimento di ingegneria meccanica, energetica, gestionale e dei trasporti.

Responsabile scientifico: Federico Silvestro (UniGe – DITEN).

Blue Lab Net

Ambiti e finalità: potenziamento delle strutture che operano su ambientale marino, cambiamenti climatici, monitoraggio ambientale, impatto antropico marino-costiero e sviluppo delle tecnologie marine. Lo scopo è consolidare e mettere a sistema competenze complementari per proporre un'offerta ambientale tecnologica alle imprese e al territorio ligure.

Strutture coinvolte: consiste nell’aggregazione di diverse infrastrutture, in particolare "Laboratorio per la tutela e la valorizzazione dell'ambiente marino" gestito da UniGe, "Laboratorio di corrosione e biodeterioramento in ambiente marino e impatti antropici" gestito da CNR-IAS, "ODAS Italia 1 – Osservatorio Marino d'Altura" gestito da CNR, "Rete laboratori a mare" gestita da CNR (ICMATE ex IENI, IAS ex ISMAR, IBF), "Laboratorio TICASS" gestito da TICASS Scrl.

Dipartimenti UniGe coinvolti: DISTAV – Dipartimento di scienze della Terra
dell'ambiente e della vita; DCCI – Dipartimento di chimica e chimica industriale; DICCA – Dipartimento di ingegneria civile, chimica e cmbientale; DITEN – Dipartimento di ingegneria navale, elettrica, elettronica e delle telecomunicazioni; DIFI – Dipartimento di fisica.

Responsabile scientifico: Paolo Povero (UniGe – DISTAV).

Multidominio

Ambiti e finalità: potenziamento del settore energia del territorio.

Strutture coinvolte: consiste nell’aggregazione di diverse infrastrutture, in particolare "SPM – Smart Polygeneration Microgrid" gestita da UniGe e localizzata presso il Campus di Savona, "Cyber security", "Smart Mobility/ITS" e "Fabbrica Intelligente" gestito da SIIT e localizzate a Genova.

Dipartimenti UniGe coinvolti: CenVIS – Centro di servizi per il ponente ligure; DIME – Dipartimento di ingegneria meccanica, energetica, gestionale e dei trasporti.

Responsabile scientifico: Federico Delfino (UniGe – DITEN).

Elemental

Ambiti e finalità: potenziamento della Infrastruttura di ricerca “microscopia elettronica”, acquisto di un microscopio elettronico a trasmissione di nuova generazione e costituzione di un laboratorio di microscopia elettronica avanzata a disposizione del territorio.

Strutture coinvolte: consiste in diverse strutture tutte gestite da UniGe, in particolare DCCI – Dipartimento di chimica e chimica industriale, "Laboratorio di Nanostrutture"  del DIFI – Dipartimento di fisica, DISTAV – Dipartimento di scienze della Terra dell'ambiente e della vita, Clinica Neurologica, "Laboratorio Nanomed" presso CBA – Centro di biotecnologie avanzate.

Responsabile scientifico: Antonio Comite (UniGe – DCCI).

Dalla ricerca di base alla clinica

Ambiti e finalità: sviluppo di nuove tecnologie per diagnosi, terapia, riabilitazione e assistenza. Infrastruttura di ricerca per il potenziamento delle attività rivolte alla messa a punto di nuovi strumenti utilizzabili in ambito clinico, nella diagnostica medica, nelle terapie riabilitative e nell'assistenza a persone fragili.

Strutture coinvolte: consiste nel "Laboratorio di Bioingegneria" gestito interamente da UniGe (DIBRIS – Dipartimento di informatica, bioingegneria, robotica e ingegneria dei sistemi).

Responsabile scientifico: Roberto Raiteri (UniGe – DIBRIS).

Animal facility

Ambiti e finalità: riqualificazione e potenziamento dell'infrastruttura di ricerca per la sperimentazione animale gestita da Policlinico San Martino.

Strutture coinvolte: progetto in collaborazione con UniGe, IRCCS G. Gaslini e Istituto Italiano di Tecnologia.

Scuole/Dipartimenti UniGe coinvolti: Scuola di Scienze mediche e farmaceutiche; DIMI – Dipartimento di medicina interna e specialità mediche; DISSAL – Dipartimento di scienze della salute; DIFAR – Dipartimento di farmacia; DIMES – Dipartimento di medicina sperimentale; DINOGMI – Dipartimento di neuroscienze, riabilitazione, oftalmologia, genetica e scienze materno-infantili; DISC – Dipartimento di scienze chirurgiche e diagnostiche integrate.

Responsabile scientifico: Giambattista Bonanno (UniGe – DIFAR).

Facility per la qualifica di materiali superconduttori in alto campo magnetico

Ambiti e finalità: potenziamento dell'infrastruttura di ricerca per qualificare i materiali superconduttori in alto campo magnetico. 

Strutture coinvolte: "Laboratorio di Sintesi e Caratterizzazione di Materiali Innovativi" gestito da CNR-SPIN.

Dipartimenti UniGe coinvolti: DIFI – Dipartimento di Fisica.

Responsabile scientifico: Daniele Marrè (UniGe – DIFI).

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium