/ Attualità

Attualità | 01 luglio 2020, 19:26

Cornigliano, nuova sede per l’Associazione dei Lucani a Genova

Si chiude positivamente la vicenda di una delle realtà più storiche e partecipate sul territorio del Ponente genovese. Della questione si erano interessati i consiglieri comunali Lorella Fontana e Davide Rossi (Lega), insieme alla collega del Municipio VI Medio Ponente, Teresa Lapolla

Cornigliano, nuova sede per l’Associazione dei Lucani a Genova

Si chiude in maniera positiva, finalmente, la vicenda legata alla sede dell’Associazione dei Lucani a Genova, una delle realtà più vive e partecipate sul territorio del Ponente genovese. Il gruppo, che esiste nella nostra città da più di vent’anni e conta oltre duecento soci, per moltissimo tempo ha avuto il suo punto di ritrovo in via Marco Minghetti, nella delegazione di Cornigliano. Poi, a seguito di uno sfratto, l’Associazione in tempi recenti si è trovata in difficoltà ed è stato necessario individuare una nuova collocazione, cosa che è avvenuta anche grazie all’interessamento da parte del Comune di Genova.

A comunicare la notizia del lieto fine della vicenda sono la consigliera comunale Lorella Fontana, capogruppo della Lega a Palazzo Tursi, e la consigliera municipale del VI Medio Ponente, Teresa Lapolla, ovvero le due persone che si sono interessate della questione, riuscendo ad arrivare a un esito di segno positivo.

“L’Associazione dei Lucani a Genova - afferma Lorella Fontana - avrà una nuova sede, presso i Giardini Melis (ex deposito vigili) a Cornigliano, dopo aver vinto un bando comunale”.

E Teresa Lapolla aggiunge: “Esprimo immensa soddisfazione per il risultato raggiunto e ringrazio la mia capogruppo in Consiglio Comunale, Lorella Fontana, che insieme a Davide Rossi si è spesa per raggiungere l’obiettivo. Dopo ventuno anni di attività sul territorio, i lucani sono ormai un punto di riferimento non solo per le persone che provengono dalla Basilicata ma per tutti coloro che vi risiedono. Hanno sempre contribuito a mantenere vive le tradizioni con le loro attività culturali, promuovendo anche turismo e sport. Questa amministrazione ha saputo riconoscere l’importanza delle associazioni e dei comitati sul territorio, che spesso fanno da tramite con le istituzioni per la risoluzione dei problemi”. Per la Giunta Comunale, ha seguito la pratica il vicesindaco, Stefano Balleari.

Si tratta di un tema molto sentito a Cornigliano, tant’è vero che lo scorso maggio il sindaco della città di Tursi (in provincia di Matera), Salvatore Cosma, aveva inviato una lettera ai colleghi genovesi, in particolare al sindaco di Genova, Marco Bucci, alla consigliera municipale del VI Medio Ponente, Teresa Lapolla, ai suoi colleghi in Municipio, Mario Bianchi e Ottavio Celano, e al consigliere comunale Claudio Villa, nel tentativo di sensibilizzare le istituzioni locali sul tema.

Cosma aveva chiesto “massima attenzione sulla questione relativa allo sfratto esecutivo della sede dei Lucani di Genova, storica associazione che aggrega più di duecento soci e che rappresenta una parte importante della comunità tursitana nella vostra società. Il problema è ormai atavico e a nulla sono servite le promesse e l’impegno di quanti, in questi anni, si sono compulsati sul tema”.

Cosma confidava “nei rapporti di amicizia e di stima da sempre intercorsi tra la mia comunità e la comunità genovese, che fonda le sue radici sulla condivisione del passaggio della famiglia Doria”, e si augurava “che ognuno per le proprie competenze si attivi per risolvere la questione in quanto, trattandosi di associazionismo, non può divenire colore politico o ideologia, ma deve essere considerata alla stregua di bene ed amore comune. Qualora ci fossero le possibilità, dovute all’evoluzione dell’emergenza sanitaria Coronavirus, di raggiungere Genova per celebrare i consueti e solenni festeggiamenti della Madonna di Anglona, sarò lieto di attivarmi per cercare di trovare una soluzione atta a risolvere il problema dell’associazione presieduta da Mauro De Salvo, approfittando del fatto che in questo periodo le attività di aggregazione sono sospese, per cercare di dare nuova energia all’operosità di una delle associazioni più importanti di Genova e della Liguria intera”.

Era stato anche il gruppo consiliare Fratelli d’Italia, in uno dei Consigli Comunali dei mesi scorsi, a domandare informazioni sulla possibile chiusura dell’Associazione Lucani di Genova, roccaforte dell’associazionismo corniglianese e genovese fin dal 1999. E proprio il vicesindaco Balleari aveva riassunto l’iter: “La Direzione Valorizzazione Patrimonio e Demanio marittimo ha comunicato che nel Municipio VI Medio Ponente, dove l’Associazione è fortemente radicata nel tessuto sociale, la civica amministrazione ha pubblicato due bandi di gara e nei riguardi di uno in particolare, per l’affidamento in concessione ad uso associativo di un locale sito al piano sesto del complesso immobiliare denominato ‘Villa Serra’ (ubicato in via Cornigliano), l’Associazione aveva dimostrato interesse. Pur avendo partecipato al sopralluogo prescritto nell’avviso, non ha poi presentato la domanda di partecipazione nei termini e la gara è andata deserta. Tuttavia, l’amministrazione ha la necessità di garantire un presidio alla Villa e ai giardini e quindi, con la determinazione dirigenziale n. 34 del 5 marzo 2020, è stata approvata una nuova procedura ad evidenza pubblica per la concessione di due locali al piano terra dell’immobile che, ad oggi, è ancora in corso. Infatti, a causa dell’evolversi dell’emergenza sanitaria Covid-19, il termine di presentazione delle offerte, originariamente previsto per il 14 aprile, è stato prorogato al 25 giugno. Comunico inoltre che i rappresentanti dell’Associazione sono stati accompagnati dal personale dell’Ufficio Tecnico della Direzione Valorizzazione Patrimonio e Demanio Marittimo ad effettuare il sopralluogo dei locali, come previsto per la partecipazione alla gara”.

E, dopo il 25 giugno, sono stati appunto concessi i locali. Tutto è bene quel che finisce bene.

Alberto Bruzzone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium