/ Attualità

Attualità | 14 luglio 2020, 13:56

Multedo, interrogazione a Tursi sul muro esterno pericolante della scuola ‘Alfieri’

Al momento, l’istituto è senza fornitura di gas e con un’aula chiusa. Serve una corsa contro il tempo in vista del 14 settembre. Avvenente (Italia Viva): “Chiedo di essere informato su come intende procedere l’amministrazione comunale”

Multedo, interrogazione a Tursi sul muro esterno pericolante della scuola ‘Alfieri’

Arriva a Tursi la questione relativa alla crepa del muro esterno della scuola elementare ‘Vittorio Alfieri’ di Multedo. Nei giorni scorsi, a seguito di un ammaloramento del manufatto, tutta la zona è stata recintata, il contatore del gas è stato disinstallato per ragioni di sicurezza e anche un’aula all’interno dell’istituto è stata chiusa e resa inagibile.

Se tutto questo, al momento, non comporta problemi, dal momento che siamo in periodo estivo, è necessaria una corsa contro il tempo, in vista della ripartenza dell’anno scolastico, fissata per il 14 settembre. Un anno che, essendo anche il primo post Covid, sarà molto particolare, nel senso che si richiederanno maggiori spazi a disposizione, e non certo di meno.

È necessario, quindi, che all’Alfieri s’intervenga al più presto, in modo da reinstallare il contatore del gas, per garantire sia acqua calda che termosifoni accesi quando ve ne sarà bisogno, e anche che sia riaperta l’aula al momento chiusa.

Va in questa direzione l’interrogazione con richiesta di risposta scritta che è stata presentata nei giorni scorsi a Palazzo Tursi dal consigliere comunale e capogruppo di Italia Viva, Mauro Avvenente. Il testo è rivolto sia al sindaco di Genova, Marco Bucci, che agli assessori competenti, Pietro Piciocchi per quanto riguarda i Lavori Pubblici e Barbara Grosso per quanto riguarda l’Istruzione.

Nel ricordare l’episodio in questione, Avvenente fa anche presente che “Ireti, in via precauzionale, ha dovuto interrompere la tubazione del gas a servizio del riscaldamento della scuola e rimuovere il contatore dal muretto pericolante. A seguito di questo, la scuola è rimasta senza fornitura di gas”.

Ricordando che la scuola riparte il 14 settembre e che “la riduzione degli spazi potrebbe creare ulteriori criticità”, il capogruppo di Italia Viva chiede al sindaco e agli assessori competenti “di essere informato se e con quali modalità la civica amministrazione intenda intervenire al più presto per risolvere le problematiche evidenziate, e in quali tempi”.

Intanto, i cittadini di Multedo non sono rimasti a guardare e anche loro hanno prontamente scritto sia al sindaco Bucci che agli assessori e, per conoscenza, anche ai rappresentanti del Municipio VII Ponente, per quanto questa manutenzione, essendo straordinaria, spetti al Comune.

I multedesi ricordano, in particolare, che il quartiere “ha tutta una serie di problemi, una serie assortita: i depositi petrolchimici e la loro dislocazione, la piscina da ricostruire, il centro migranti che ha fatto tanto discutere, anche se almeno questo sembra essere un problema superato. Purtroppo, nei giorni scorsi, si è aggiunto un nuovo problema che mette a rischio la scuola elementare ‘Alfieri’, ormai rimasto l’unico polo di aggregazione per il quartiere per i vecchi e nuovi cittadini. La scuola potrebbe non riaprire. Sono state fatte le segnalazioni al Municipio, che ha seguito i passi formali necessari e doverosi. Chiediamo di verificare e di risolvere la questione”.

Alberto Bruzzone

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium