/ Attualità

Attualità | 08 settembre 2020, 17:30

Il teatro Carlo Felice riapre omaggiando Beethoven col giovane Leonardo Sini sul podio [FOTO]

Il primo appuntamento è il 10 settembre alle 20, il programma si apre con tre ouverture

Il teatro Carlo Felice riapre omaggiando Beethoven col giovane Leonardo Sini sul podio [FOTO]

Il teatro Carlo Felice riapre nel nome di Beethoven, uno dei più grandi compositori di tutti i tempi di cui quest’anno si festeggia in tutto il mondo il 250° anniversario della nascita: “Omaggio a Beethoven” è il titolo del trittico di concerti che la fondazione lirico-sinfonica genovese dedica al maestro di Bonn dando spazio soprattutto al Beethoven delle ouverture da concerto comprese quelle meno note e raramente eseguite, e a quello delle sinfonie precedenti il grande spartiacque della “Quinta”.

Il primo appuntamento è il 10 settembre alle 20 con Leonardo Sini sul podio dell’orchestra del teatro, giovane direttore che nel suo curriculum vanta la vittoria del primo premio al concorso internazionale di direzione d’orchestra “Maestro Solti”; Sini è stato applaudito di recente al Festival di Nervi dirigendo “Le creature di Prometeo/Le creature di Capucci”, altra serata interamente beethoveniana.

Il programma si apre con tre ouverture che mostrano l’interesse di Beethoven per questa forma di racconto musicale intensa e concentrata in un solo tempo: “Le rovine di Atene”, “Per l’onomastico” e “Re Stefano” alle quali segue e chiude la Sinfonia n. 1 in do maggiore, primo incontro di Beethoven col genere sinfonico e destinato a diventare quello beethoveniano per eccellenza. Il celebre attacco della sinfonia che dà la sensazione che la musica sia già cominciata prima del suo inizio effettivo è un gesto innovatore che testimonia quanto fosse già forte la personalità compositiva del giovane Beethoven, allora appena trentenne.

Per coloro che ne sono già in possesso è possibile utilizzare per questo concerto i voucher relativi agli spettacoli della stagione lirica e sinfonica 2019-20 del teatro annullati a causa dell’emergenza sanitaria. Al fine di mantenere il distanziamento sociale necessario a garantire la sicurezza del pubblico i posti a disposizione in platea saranno circa 950 come da ordinanza della Regione Liguria; si ricorda inoltre che il 2 luglio il teatro ha ottenuto, primo teatro al mondo, la “Biosafety trust certification” ossia lo schema certificativo dei sistemi di gestione pensato da Rina per prevenire e controllare il propagarsi delle infezioni e tutelare la salute delle persone nei luoghi di aggregazione.

Massimo Bondì

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium