/ Politica

Politica | 15 settembre 2020, 15:31

Rossetti contro Toti e Alisa: "Stanno massacrando la sanità territoriale, proprio quella che serve contro il Covid" (VIDEO)

Il candidato del Partito Democratico al consiglio regionale: "Non è ancora stata fatta la richiesta alla protezione civile nazionale per i costi straordinari sostenuti dalle Rsa"

Rossetti contro Toti e Alisa: "Stanno massacrando la sanità territoriale, proprio quella che serve contro il Covid" (VIDEO)

Nuovo attacco del candidato del Partito Democratico Pippo Rossetti alla giunta uscente di centrodestra guidata da Toti e Viale sul tema sanitario.

"Continuamente in questa campagna elettorale mi viene chiesto come secondo me si sono comportati i vertici della Regione nel contrasto alla diffusione del Covid-19 - spiega Pippo Rossetti ai microfoni della Voce di Genova -, ma credo che la domanda più importante riguardi il presente e non il passato: come si sta comportando ora la Regione nella lotta al Coronavirus? Non ci consta che sia stato riconosciuto un euro in più alle pubbliche assistenze, che continuano ad affrontare costi straordinari per l'acquisto dei dispositivi individuali di protezione, oltre che per disinfettare le ambulanze. Si tratta di spese che non sono minimamente rientrate, e anzi siamo di fronte a un aumento dei casi positivi".

Rossetti punta la sua attenzione anche alle strutture per anziani, realtà particolarmente esposte ai rischi del contagio, vista la ridotta capacità di reazione dei sistemi immunitari di chi è più in avanti con gli anni: "Abbiamo le Rsa che non hanno quelle entrate che permettono loro di reggere, e c'è del personale assunto a tempo determinato che è stato lasciato a casa in alcune situazioni. Mi consta inoltre che non sia stata presentata alla protezione civile nazionale la richiesta di copertura dei costi maggiorati per il Covid in queste Rsa, e sappiamo quanto sia importante tutelare, difendere e sostenere queste comunità, che rischiano con il nuovo progressivo arrivo del Covid-19 situazioni molto pericolose".

"L'ultima novità - aggiunge Rossetti - è che fino a oggi, e indipendentemente dall'arrivo del Covid, era stata riconosciuta e pagata alle strutture che ospitano disabili una quota di budget che era a loro disposizione. Queste strutture nel contesto dell'epidemia hanno anche continuato a fare attività in remoto con gli utenti, per non abbandonarli a loro stessi: ora sembra che Alisa abbia chiesto indietro i soldi che sono stati conferiti a queste realtà".

Per il candidato del Partito Democratico ci troviamo di fronte ad atteggiamenti e decisioni che confermano a tendenza pericolosa a trascurare le strutture sanitarie di tipo territoriale: "Noi francamente non abbiamo capito perché Toti, Viale e il dottor Locatelli ce l'abbiano con le strutture sanitarie territoriali, soprattutto perché sappiamo bene che invece il Covid ha dimostrato come non bisogna creare una sanità incentrata solo sugli ospedali, ma invece bisogna perseguire un modello basato sui servizi territoriali, proprio quelli che il centrodestra in Liguria sta massacrando".

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium