/ Politica

Politica | 16 settembre 2020, 16:35

Brunetto (Lega): "Il Santa Corona di Pietra Ligure non può essere depotenziato"

"Nel prossimo futuro dovrà crescere ancora mettendo a frutto le proprie eccellenze e diventando un Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico"

Brunetto (Lega): "Il Santa Corona di Pietra Ligure non può essere depotenziato"

“Il Santa Corona di Pietra Ligure non può essere depotenziato, ma deve continuare ad essere quel punto di riferimento che è stato negli ultimi anni, non solo: nel prossimo futuro dovrà crescere ancora mettendo a frutto le proprie eccellenze e diventando un Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico (Irccs)”: ad affermarlo in una nota è Brunello Brunetto (Lega), candidato alle elezioni regionali liguri.

“Il Santa Corona – spiega Brunetto – mi è particolarmente caro: qui ho cominciato la mia carriera nel 1984 e qui ho lavorato per 27 anni, è un Dea di secondo livello, è sede di trauma center e possiede competenze e specialità necessarie a tutto il ponente ligure, una per tutte: l'unità spinale unipolare, centro di rilevanza non solo regionale, ma anche nazionale”.

“In questo periodo – prosegue Brunetto – molti si chiedono e mi chiedono quale potrà essere il suo destino, in tanti temono un suo ridimensionamento; credo che questo non sia possibile: il Santa Corona infatti dovrà necessariamente mantenere la sua specificità e quel ruolo che da anni svolge e che gli è proprio per le competenze maturate. Ma non solo: le grandi professionalità ed i servizi di alta qualità che da sempre lo caratterizzano lo rendono più che adatto a diventare un Irccs”.

“Gli Irccs sono ospedali di alto livello – aggiunge Brunetto – che effettuano attività di ricerca nel campo biomedico ed in quello dell'organizzazione e gestione dei servizi sanitari, forniscono servizi sanitari, prestazioni di ricovero e cura d’alta specialità o svolgono altre attività con carattere d’eccellenza; La ricerca invece trova sbocco in applicazioni terapeutiche negli ospedali. Il riconoscimento dello status di Irccs dipende dal possesso di vari requisiti, tutti basati sull'eccellenza; renderlo un Irccs permetterebbe di coniugare le competenze assistenziali che possiede e l'attività di ricerca in campi specifici: tale connubio lo renderebbe uno dei principali ospedali italiani non solo nell'ambito della cura ma anche nel campo dell'innovazione sanitaria”.

“Rappresenta il primo passo – conclude Brunetto – di un più ampio progetto di ridefinizione dei ruoli dei quattro ospedali della provincia, ciascuno dei quali deve assumere un ben determinato connotato per offrire servizi specifici sulla base delle necessità di ciascun territorio e bacino di utenza”.

Cpe

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium