/ Cronaca

Cronaca | 25 settembre 2020, 17:55

Riattivati alcuni sportelli genovesi dell’anagrafe ad accesso libero, in corso Torino e nei nove municipi

Resta invariata la prenotazione online, la validità delle carte d’identità scadute quest'anno è prorogata al 31 dicembre

Riattivati alcuni sportelli genovesi dell’anagrafe ad accesso libero, in corso Torino e nei nove municipi

Dal 28 settembre, oltre agli sportelli già attivi su appuntamento, il Comune di Genova riattiverà alcuni sportelli ad accesso libero sia in corso Torino 11 che nelle sedi di servizio di anagrafe dei nove municipi.

Saranno due gli sportelli anagrafici ad accesso libero nella sede di corso Torino, aperti con il seguente orario: lunedì e mercoledì dalle 8.10 alle 15.30; martedì, giovedì, venerdì e sabato dalle 8.10 alle 12.30. Il sabato gli sportelli sono attivi, come di consueto, solo per il rilascio delle carte di identità. Ricordiamo comunque che la validità delle carte scadute quest’anno è prorogata fino al 31 dicembre.

Sempre dal 28 settembre si potrà accedere a uno sportello in ciascuna delle dodici sedi nei nove municipi cittadini: Santa Fede (Centro Est), Sampierdarena (Centro Ovest), piazza Manzoni (Bassa Valbisagno), Molassana (Media Valbisagno), Pontedecimo e Rivarolo (Valpolcevera), Sestri Ponente/Cornigliano (Medio Ponente), Voltri/Pegli/Prà (Ponente), Quarto (Levante). Gli sportelli anagrafici dei Municipi sono aperti dal lunedì al venerdì dalle 8.15 alle 12.15.

Il ripristino dell’accesso senza prenotazione va incontro alle esigenze di cittadini anziani o sprovvisti degli strumenti necessari alla prenotazione digitale e riguarderà in particolare il rilascio delle carte d’identità, le dichiarazioni sostitutive di atti di notorietà, le autentiche di firme, foto e documenti. Coloro che si presenteranno senza appuntamento verranno fatti accedere, contingentati nel rispetto delle norme anti covid, agli sportelli dedicati sino al termine dell’orario di servizio.

Resta attiva la prenotazione online che s’è rivelata efficace strumento di accesso agli sportelli, senza attese né code. Un’opportunità tanto più efficace e sicura durante lo stato di emergenza da coronavirus, in quanto evita la formazione di assembramenti. Le prenotazioni già acquisite dal 15 giugno, data di attivazione dell’agenda e sino alla fine dell’anno, saranno mantenute e avranno la precedenza. La prenotazione su appuntamento resta la modalità consigliata e preferenziale anche al fine di evitare possibili tempi di attesa allo sportello: chi può è invitato a prenotarsi digitalmente per lasciare l’opportunità del libero accesso a chi non ha altra possibilità o ha necessità urgenti.

Si ricorda che per la prenotazione digitale in corso Torino è sufficiente, sul sito del Comune e seguire il percorso: aree tematiche→ demografici →prenotazione appuntamenti servizi demografici; per le prenotazioni nei municipi è possibile contattare telefonicamente i numeri delle sedi o scrivere agli indirizzi mail indicati per ogni municipio. Rimane inalterata la possibilità di ottenere i certificati disponibili online attraverso l’accesso diretto tramite Spid, il sistema pubblico di identità digital, o carta d’identità elettronica, per ottenere i certificati di anagrafe. Nulla cambia per quanto riguarda le edicole e gli sportelli Aci convenzionati col Comune di Genova e distribuiti su tutto il territorio cittadino.

Redazione

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium