/ Economia

Economia | 22 ottobre 2020, 09:50

Il testosterone può sconfiggere il diabete di tipo 2

Esperimenti in Germania dicono che i pazienti affetti da diabete di tipo 2 possono arrivare alla remissione con un trattamento a base di testosterone

Il testosterone può sconfiggere il diabete di tipo 2

Una delle prime informazioni che ha cominciato a circolare sugli effetti del Covid-19 è stata che la pericolosità di questa malattia aumenta esponenzialmente in presenza di patologie pregresse, che stanno spingendo da mesi le istituzioni italiane e internazionali a raccomandare l'adesione alle campagne di vaccinazione antinfluenzale per ridurre il più possibile la confusione dei sintomi.

Una delle patologie che possono mettere a dura prova la resistenza dell'organismo una volta contagiato dal SARS-CoV-2 è la sindrome metabolica piuttosto diffusa del diabete. Esistono evidenze scientifiche che mettono in correlazione la gravità del Covid-19 con l'essere affetti da diabete, per la naturale compromissione del sistema cardiaco, visivo, renale e nervoso in presenza di alti livelli di zucchero disciolto nel sangue.

I ricercatori dell'Università di Buffalo, negli Stati Uniti, con la collaborazione dei colleghi di Bremerhaven, in Germania, hanno stabilito un legame tra testosterone, diabete di tipo 2, obesità e insufficienza renale, portandoli a chiedersi se il testosterone possa essere un ormone metabolico.

L'autore senior del rapporto pubblicato su "Diabetes, Obesity and Metabolism", il dott. Paresh Dandona, del Dipartimento di Medicina della Jacobs School of Medicine and Biomedical Sciences dell'Università di Buffalo (NY) ei suoi coautori sapevano già che bassi livelli di testosterone coincidono con una sensibilità all'insulina significativamente ridotta.

Nel 2004, hanno dimostrato un legame tra bassi livelli di testosterone e diabete di tipo 2. Sei anni dopo, l'hanno estesa all'obesità. In uno studio su oltre 2.000 uomini, hanno osservato che il 33% dei partecipanti con diabete di tipo 2, obeso o meno, aveva bassi livelli di testosterone, così come il 25% dei maschi obesi non diabetici.

Nel 2012, il team ha scoperto che i ragazzi adolescenti con obesità hanno il 50% in meno di testosterone rispetto ai loro coetanei magri.

I ricercatori avevano anche associato l'obesità a stress ossidativo e infiammazione. È noto che i mediatori infiammatori interferiscono con la segnalazione dell'insulina. È per questo motivo che gli erboristi che scrivono per www.healthspring.it consigliano l'uso di infusi di curcuma, ancora meglio, l'assunzione di integratori di curcumina Per la capacità di riequilibrare il livello di glucosio nel sangue e l'equiseto per la sua ricchezza di flavonoidi naturali, utile alla salute cardiovascolare.

Un terzo (34,3%) degli uomini trattati con testosterone ha visto la remissione del diabete; quasi la metà (46,6%) ha raggiunto la normale regolazione del glucosio con un trattamento antidiabetico e una vasta maggioranza (83,1%) ha raggiunto il livello target. I pazienti nel gruppo di controllo non hanno visto remissione del diabete o riduzione del glucosio o sono stati osservati livelli target.

Pertanto la ricerca indica che il trattamento a lungo termine con testosterone è potenzialmente una nuova terapia aggiuntiva per gli uomini con diabete di tipo 2 e ipogonadismo (ossia bassi livelli di testosterone nell'organismo). Inoltre, ci sono stati meno decessi, infarti del miocardio, ictus e complicanze diabetiche nel gruppo trattato con testosterone.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium