/ Cultura

Cultura | 29 ottobre 2020, 13:00

Festival della Scienza: il programma di venerdì 30 ottobre

Oltre a mostre e laboratori, in programma 5 conferenze in streaming, 1 evento speciale e il primo spettacolo: La Forza Nascosta con la soprano Fè Avouglan e l’attrice Elena Ruzza. Per le scuole in calendario 10 digilab, 2 digitalk e 1 digitour

Festival della Scienza: il programma di venerdì 30 ottobre

 

 

Prosegue domani, venerdì 30 ottobre, la diciottesima edizione del Festival della Scienza di Genova, che inaugura un format innovativo per garantire in tempi di Covid-19 un’ampia offerta di altissima qualità per appassionati di scienza, famiglie e mondo della scuola sia in presenza sia a distanza. 

In programma nel nono giorno di festival cinque conferenze, una conferenza/spettacolo, uno spettacolo e un evento speciale: Memorie Polari (ore 18), Astrofisica per curiosi (ore 18.30), Genetica, ambiente e malattia  mentale (ore 18.30), Virus e uomo: evoluzione tra natura e cultura (ore 18.30), La matematica addosso (e attraverso) (ore 21), La Forza Nascosta (ore 21), Nuotando tra le onde cerebrali (ore 21) e Premio Nazionale Federchimica Giovani (ore 10.30). In aggiunta al programma online di conferenze e a quello di digilab, digitour e digitalk per le scuole, sono aperte dalle 15 alle 18 le 20 mostre e i 20 laboratori, i cui orari sono disponibili su www.festivalscienza.it

IL PROGRAMMA ONLINE PER APPASSIONATI E FAMIGLIE DI VENERDÌ 30 OTTOBRE

La scienza che anche è viaggio e avventura, come quella raccontate da Carlo Barbante, Alessia Glielmi, Marcello Manzoni, Maurizio Vitale e Fabio Trincardi, che ripercorrono (ore 18) le spedizioni del CNR in Antartide in Memorie Polari. Alle 18.30 Filippo Bonaventura, Gabriele Ghisellini e Laura Paganini spiegano in Astrofisica per curiosi quanto l’evoluzione dell’Universo e quella dell’

'uomo siano per certi versi correlate. In Genetica, ambiente e malattia mentale (ore 18.30) Marianne van den Bree si sofferma sulle relazioni tra genetica, ambiente e patologie mentali. Sempre alle 18.30 Telmo Pievani, Carlo Alberto Redi e Elisa Vincenzi parlano, per il ciclo L’onda Covid: capire per reagire, di Virus e uomo: evoluzione tra natura e cultura, moderati da Rossella Panarese.

Alle 21 Maria Luisa Gorno Tempini, in diretta dal suo laboratorio a San Francisco, illustra come la descrizione delle onde cerebrali permetta di spiegare anche i comportamenti umani più complessi, come il linguaggio. La matematica non è solo teoremi: è anche quella che ci “portiamo addosso”, come raccontano i Rudi Mathematici Piero Fabbri e Rodolfo Clerico nella conferenza spettacolo (inizialmente prevista anche in presenza ma che si svolge unicamente in live streaming) La matematica addosso (e attraverso). Sempre alle 21 va in scena il primo spettacolo della diciottesima edizione del Festival della Scienza, chiuso al pubblico e disponibile in live streaming direttamente dal Teatro della Tosse: La Forza Nascosta con la soprano Fè Avouglan e l’attrice Elena Ruzza, a raccontare storie e ricerche di scienziate che hanno avuto un ruolo importante nello sviluppo della fisica moderna.

Inoltre, alle 10.30 torna il Premio Nazionale Federchimica Giovani, attribuito da Assobase e PlasticsEurope Italia, Associazioni di Federchimica, agli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado che si sono distinti per originalità e qualità dei progetti realizzati.

IL PROGRAMMA DIGITALE PER LE SCUOLE DI VENERDÌ 30 OTTOBRE

Il programma riservato alle scuole, dal titolo La scienza va in onda! è disponibile unicamente in live-streaming. In questo modo gli studenti e i loro insegnanti possono partecipare direttamente dalle classi o da casa, scegliendo tra laboratori online (digilab), webinar e incontri in live streaming (digitalk) e visite virtuali ai principali istituti di ricerca (digitour).

I digilab di venerdì 30 ottobre. Le funzioni esecutive permettono di ricordare obiettivi, vincere distrazioni e organizzate i passi necessari per raggiungere una soluzione: in Mission (Im)possibile (dalle 9 alle 13) Eleonora Ceccaldi e Noemi Burgio le metteranno a dura prova in un digilab… indimenticabile.

Sempre dalle 9 alle 13 Curvilinea Società Cooperativa tiene il digilab Ascoltare una forma, in cui si può imparare la differenza tra punti di equilibrio stabili e instabili grazie all’ausilio di diversi exhibit e di un simulatore di ambiente fisico interattivo. L’associazione culturale G. Eco organizza invece Safari in giardino (dalle 9 alle 13), attività virtuale interattiva con diversi quiz tematici, per esplorare la biodiversità del territorio italiano. L’Istituto Nazionale di Astrofisica cura anche il laboratorio Turbolence (dalle 9 alle 13), digilab che permette di conoscere gli affascinanti fenomeni fisici della luce e della turbolenza grazie alla costruzione di uno spettroscopio e all’utilizzo di un’app. Tra i digilab anche Atlantis code (dalle 9 alle 13), con Veronica Greco e Matteo Provendole a guidare in un avvincente gioco a squadre tramite webapp alla scoperta di due metodologie crittografiche. 

In Matematica… col trucco! (dalle 9 alle 13), invece, Luca Renzi svela  eseguendo di giochi di magia con le carte come la matematica possa essere sfruttata per ideare trucchi e giochi di prestigio. Dalle 9 alle 13 tocca a Metalli in azione, digilab che affronta i trasferimenti di elettroni da diversi punti di vista, soffermandosi anche sull’utilizzo sostenibile delle risorse della terra, sull’innovazione tecnologica e sull’economia circolare. Inoltre, l’Agenzia Spaziale Europea (Esa) porta alla scoperta del satellite “Aeolus” in Costruiamo un satellite (dalle 9 alle 13), coinvolgendo da remoto i partecipanti nell’assemblaggio dei vari elementi che lo compongono. Sempre fino al 30 ottobre (dalle 9 alle 13) il Dipartimento di Informatica, Bioingegneria, Robotica e Ingegneria dei Sistemi dell’Università di Genova tiene un digilab basato sui principi della gamification tra quiz e sfide di programmazione dal titolo I Pirati del Coding. Dalle 9 alle 13 la Sede di Genova della Banca d’Italia organizza un inedito gioco didattico online Pagamenti online: cavalcare l’onda ICT… senza  farsi sommergere, per scoprire i sistemi di pagamento telematici più avanzati e mettere alla prova le proprie conoscenze in materia. 

I digitour di venerdì 30 ottobre. HyQReal è un robot quadrupede idraulico realizzato per aiutare l’uomo in scenari di emergenza come incendi o terremoti in luoghi inaccessibili: venerdì 30 ottobre (dalle 9 alle 12) l’Istituto Italiano di Tecnologia e Moog Italiana faranno scoprire le caratteristiche di HyQReal, che ha mosso i primi passi  all’Aeroporto di Genova trainando da solo un aereo di oltre 3 tonnellate. 

I digitalk di venerdì 30. Évariste Galois è il fondatore dell’algebra moderna e un matematico dalla storia affascinante: mai compreso dai suoi contemporanei, morì poco più che ventenne in un duello. Ma se fosse segretamente sopravvissuto e avesse portato avanti i suoi studi? Nel libro Algebra e barricate, la storia di Évariste Galois (Edizioni Ets) Linda Pagli e Fabrizio Luccio hanno raccontato questa storia, che riporteranno tra scienza e letteratura nel digitalk di venerdì 30 ottobre (ore 11). Una missione in Antartide, una spedizione internazionale di donne scienziate per promuovere la leadership al femminile nel mondo tecnico-scientifico, studiare il clima e salvare il nostro pianeta: sempre venerdì 30 ottobre (ore 9) Elena Ioli presenta Antartide, come cambia clima (Edizioni Dedalo), libro in cui racconta la propria spedizione tra propri momenti scientifici e professionali. 

COME SEGUIRE IL FESTIVAL DELLA SCIENZA 2020

Nel segno delle Onde, parola chiave dell’edizione 2020, il Festival della Scienza si presenta quest’anno con una nuova formula, studiata per essere accessibile a tutti e, soprattutto, in sicurezza: a un ampio palinsesto di conferenze, conferenze/spettacoli e spettacoli trasmessi in streaming si affianca una parte di mostre e laboratori in presenza per famiglie e appassionati, con ingressi contingentati e prenotazioni obbligatorie, presenza limitata di pubblico, misurazione della temperatura corporea, sanificazione degli spazi prima e dopo gli eventi.

Oltre che in live streaming, tutte le conferenze sono disponibili anche on demand sempre su www.festivalscienza.online. Per studenti e insegnanti, è disponibile un ampio e multidisciplinare programma online. Un’attenzione rigorosa alle regole, affiancata da un investimento importante nel digitale per un Festival della Scienza inclusivo e diverso, ma sempre fedele a se stesso e innovativo negli strumenti utilizzati

Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium