/ Politica

Politica | 16 febbraio 2021, 18:26

Pandolfo: "Varianti del Covid diffuse anche a Genova, occorre rinnovato impegno di tutti contro la pandemia" (VIDEO)

L'appello a non abbassare la guardia contro il contagio del consigliere comunale del Partito Democratico: "Obiettivo non perdere posti di lavoro, anche quando verrà rimosso il blocco ai licenziamenti"

Pandolfo: "Varianti del Covid diffuse anche a Genova, occorre rinnovato impegno di tutti contro la pandemia" (VIDEO)

A distanza di un anno dall'inizio conclamato della pandemia da Coronavirus che, è il caso di dirlo, ha letteralmente sconvolto il mondo purtroppo il COvid-19 torna a fare paura con le sue varianti, più contagiose e pericolose, che sfortunatamente hanno fatto la loro comparsa anche a Genova. La campagna vaccinale prosegue, nonostante la difficoltà nell'approvvigionamento delle dosi, ma si fa sempre più probabile la necessità di nuove drastiche misure di contenimento della pandemia. E' infatti di pochi giorni fa la notizia dell'isolamento nel capoluogo ligure della variante cosiddetta "sudafricana", mentre la versione "inglese" del virus costituisce già da settimane buona parte dei contagi totali.

A prendere molto seriamente questa situazione c'è, fra gli altri, il consigliere comunale del Partito Democratico Alberto Pandolfo, che chiede a tutti un nuovo sforzo di responsabilità, senza il quale la pandemia rischia di andare fuori controllo, con il sempre più concreto rischio che le annesse e diffuse difficoltà economiche si tramutino in tensioni sociali sempre più evidenti e violente.

"L'avvento nella nostra città di varianti del Covid-19 a un anno dal fiorire dell'emergenza nel nostro paese mi preoccupa assai - spiega il consigliere Pandolfo -. Le preoccupazioni riguardano anche la tenuta sociale, che mostra segni di chiara sofferenza, come evidenziato ancora ieri dalla protesta dei ristoratori a Genova, una delle categorie economiche che vivono quotidianamente questa emergenza. Il rischio è quello dell'inasprimento delle tensioni sociali, che dopo l'allarme pandemia e quello economico, certamente il nostro paese non si può permettere".

"Il nuovo Governo ha davanti la sfida di proseguire con i ristori avviati dal precedente esecutivo, ma dovrà anche monitorare con attenzione la diffusione di queste varianti - aggiunge Pandolfo -. Dobbiamo fare sì che la campagna vaccinale avviata in Liguria, che procede in tutta Italia, sia efficace per mettere in sicurezza la situazione sanitaria e quella economica, così da prevenire le tensioni sociali".

Secondo il consigliere del Pd anche il comune deve essere protagonista ella lotta al Coronavirus, in sinergia con la Regione e il Governo, intervenendo su quegli aspetti più vicini alle proprie competenze istituzionali: "Certamente il Comune deve lavorare in questo contesto per preservare i livelli occupazionali. A livello governativo il ministro del Lavoro Orlando ha convocato le forze sindacali per sedersi a un tavolo e capire quali sono le priorità. Credo che anche per la città di Genova e per il Comune la priorità sia monitorare la situazione relativa al tessuto produttivo e aprire un confronto, come ho proposto la settimana scorsa e continuerò a dire in queste ore. E' necessario seguire le situazioni più critiche in prospettiva della scadenza del termine del divieto di licenziamenti, che mi auguro venga prorogato: a tal fine è possibile appoggiarsi ai dati dell'Inps, ma anche a quelli del Ministero del Lavoro, di Confindustria e del sindacato. L'obbiettivo deve essere non perdere nemmeno un posto lavoro, anche quando verrà riaperta la possibilità di effettuare licenziamenti".

Carlo Ramoino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium