/ Attualità

Attualità | 24 febbraio 2021, 14:22

Genova e la Liguria sempre più al centro dell'economia digitale con l'arrivo dei cavi sottomarini 2Africa e il nuovo hub GN1 (VIDEO)

L'arrivo nel capoluogo ligure delle infrastrutture di telecomunicazione determinerà un investimento diretti di 21 milioni per la realizzazione dell'hub digitale in via Lungo Bisagno da parte di Equinix, con l'assunzione già in fase realizzativa di 10 persone

Genova e la Liguria sempre più al centro dell'economia digitale con l'arrivo dei cavi sottomarini 2Africa e il nuovo hub GN1 (VIDEO)

Equinix, azienda multinazionale che si occupa di infrastrutture digitali, e Vodafone annunciano oggi il progetto per costruire un nuovo hub di attracco per cavi sottomarini a Genova, denominato GN1.

Genova ha una ricca storia nel commercio marittimo ed è posizionata in modo da essere un punto strategico nella mappa globale dei cavi sottomarini; Vodafone, che è la capofila del consorzio per gli approdi europei, farà attraccare il sistema di cavi 2Africa a Genova e utilizzerà la struttura GN1 di Equinix come punto di interconnessione strategico per questo sistema di cavi sottomarini, creando una connettività più forte in Europa e contribuendo a portare avanti il processo di digitalizzazione della società e dei processi economico-logistici.  

2Africa è uno dei più grandi progetti al mondo di cavi sottomarini per le telecomunicazioni, guidato da un gruppo di aziende partner. Il cavo circumnavigherà il continente africano, collegando direttamente 16 Paesi all'Europa e al Medio Oriente. Questo fornirà l'indispensabile capacità e affidabilità di Internet, sostenendo l'ulteriore crescita del 4G, del 5G e dell'accesso a banda larga fissa per centinaia di milioni di persone. Il progetto guiderà anche la crescita di economie sempre più digitalizzate in tutta Europa, rafforzando la connettività tra i Paesi europei. 

GN1 avrà una connessione in fibra diretta a ML5, il data center flagship di Equinix che verrà presto aperto a Milano, e permetterà ai clienti di Equinix di aumentare il numero di partner con cui connettersi ed espandere la loro reach in nuovi mercati. 

Più velocità per tutte le attività digitali insomma, ma si prospetta anche lo sviluppo di posti di lavoro nel capoluogo ligure di vario genere, per la manutenzione e l'operatività dell'hub, che si troverà in una ex fabbrica in via Lungo Bisagno, con un investimento diretto di 21 milioni di euro; in questa fase costruttiva Equinix ha spiegato di avere bisogno di circa una decina di lavoratori, numero destinato a crescere con l'entrata in funzione della struttura, anche se, sostiene l'azienda, il grosso delle ricadute positive per il territorio verrà dall'indotto generato dalla presenza di GN1 e dei cavi 2Africa.

Le prime ricadute operative delle nuove infrastrutture dovrebbero essere tangibili a partire dal 2022.

"Siamo molto entusiasti di essere la città che ospiterà il nuovo hub di attracco per cavi sottomarini GN 1, che servirà come punto di approdo peri! cavo 2Africa nel nord Italia - ha dichiarato il sindaco di Genova, Marco Bucci -. Genova è nota per il ruolo centrale che ha giocato nel Commercio marittimo per molti secoli. Grazie a GN1, la città diventerà uno dei principali porti digitali d'Europa, e svolgerà un ruolo chiave nel trasferimento dei dati a livello globale".

"Genova e la Liguria hanno da sempre una vocazione !mistica e un ruolo essenziale nel traffico delle merci per l'Europa e per il Mediterraneo - ha aggiunto il presidente della Liguria, Giovanni Toti -. Oggi passano da qui anche le infrastrutture per i dati, asset fondamentali per lo sviluppo globale e locale. Siamo convinti che la realizzazione di questo importante hub digitale, e la collaborazione sul nostro territorio di grandi aziende come Equinix e Vodafone, costituirà un valore aggiunto anche per le imprese figuri"

"Il progetto 2Africa è estremamente importante per migliorare la connettività tra Europa, Africa e Medio Oriente, e migliorerà anche la connettività intraeuropea. Collegando Spagna e Portogallo direttamente a Genova e Milano, il sistema eviterà i colli di bottiglia in fibra che si verificano naturalmente tra Francia e Spagna, rafforzando ulteriormente le reti Gigabit di Vodafone", ha spiegato Nick Gliddon, direttore di Vodafone carrier services.

Emmanuel Becker, managing director per Equinixin Italia, ha dichiarato: "L'Italia è un importante mercato in crescita per Equínix in EMEA, in quanto è un punto di interconnessione strategico per la regione e non solo. Stiamo lavorando per offrire ai nostri clienti un migliore accesso alla rete globale di cavi sottomarini, in modo che abbiano maggiori opportunità di espansione a livello internazionale. Grazie anche all'apertura del nostro nuovo data center a Milano, ML5, stiamo creando un'area metropolitana interconnessa dove i clienti possono connettersi con partner commerciali strategici in Italia e nel mondo". 

L'arrivo di 2Africa nel nuovo sito di Genova e la connessione diretta con Milano fa sì che GN1 offra una nuova opzione alternativa, complementare e diversificata, per l'area mediterranea. Infatti, essendo il primo data center di Genova carrier-neutral, GN1 offrirà ai clienti servizi di colocation e interconnessione sicuri e resilienti, oltre alla possibilità di sfruttare direttamente gli ecosistemi digitali e le strutture di colocation di Equinix a Milano. GN1 fornirà una capacità di 150 cabinet equivalenti e uno spazio di colocation di circa 6.000 piedi quadrati (560 metri quadrati). 

Si prevede che 2Africa fornirà più della capacità totale combinata di tutti i cavi sottomarini che servono l'Africa oggi, con una capacità di progettazione fino a 180 Tbps su segmenti chiave del sistema. Ciò sarà fondamentale per aiutare a costruire una società digitale pronta per i servizi che richiedono una grande quantità di trasferimento dati, come il cloud computing o i video. 

La necessità di solide infrastrutture digitali si può osservare in tutto il mondo, e l'Africa non fa eccezione. Il continente sta vivendo un periodo critico di digital transformation e di sviluppo della propria economia digitale. Nei prossimi anni, le tecnologie digitali dovrebbero essere il fattore per migliorare la qualità della vita dei cittadini africani e per guidare lo sviluppo economico della regione. GSMA prevede che il numero degli utenti di Internet mobile in Africa continuerà a crescere rapidamente, determinato principalmente dalla diffusione degli smartphone e dalla mancanza di infrastrutture di linea fissa, che ha portato a un boom di nuovi servizi come il mobile payment, la megsaggistica istantanea, i contenuti multimediali in streaming online e i video brevi.

• Eugene Bergen Henegouwen, President, EMEA, Equinix: "Sono entusiasta di aggiungere una nuova area metropolitana al nostro portfolio EMEA. Il sito di Equinix a Genova fornisce un ottimo hub di attracco per gli operatori di cavi sottomarini, e allo stesso tempo aumenta gli ecosistemi digitali presso ML5, il nostro data center flagship di Milano, recentemente annunciato. Equínix continua a focalizzarsi sull'espansione della propria posizione come service provider di connettività globale. Il nostro impegno è sempre quello di sopportare le crescenti richieste che stiamo vedendo da parte delle aziende a livello globale per accelerare la loro trasformazione digitale. Stiamo aiutando le aziende a connettersi a tutto ciò di cui hanno bisogno per avere successo, e continueremo a farlo." 

Altri contenuti • Annua! Market Study Reveals Pace at Which COVID-19 is Accelerating Digital Transformation [press release] • Equinix Submarine Cable Momentum ís Acceleratinq [blog post] • E• uínix to O.en New Fia•shi Data Center in‘Milan [press release] ‘t • Global interconnection Index (G.», Volume 4 [report] • Learn more about E uinix in Ital [website] 

t - a a anklet riJefelMe 

1.1 

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium