/ Attualità

Attualità | 12 aprile 2021, 19:15

Un intervento artistico sotto il Ponte San Giorgio per ricordare e riflettere sulla tragedia del crollo del Morandi

La proposta del Movimento 5 Stelle sottoscritta da tutti i gruppi consiliari del Comune eccetto Fratelli d’Italia e Cambiamo. Una mozione chiede di indire al più presto un concorso. Coinvolti Comitato della vittime del Ponte Morandi e studenti dell’Accademia Ligustica di Belle Arti

Un intervento artistico sotto il Ponte San Giorgio per ricordare e riflettere sulla tragedia del crollo del Morandi

Un intervento di arte contemporanea sotto il nuovo Ponte San Giorgio, nel futuro Museo della Memoria, fatto dai giovani studenti dell’Accademia Ligustica di Belle Arti per stimolare la riflessione e tenere viva la memoria di quella tragedia che il 14 agosto 2018 ha piegato una città e cambiato per sempre la vita di decine di persone.

È la proposta di Stefano Giordano, portavoce del Movimento 5 Stelle, e sottoscritta da tutti i gruppi consiliari del Comune di Genova, esclusi Fratelli d’Italia e Cambiamo. I gruppi presenteranno una mozione in consiglio comunale, affinché per la realizzazione dell’intervento artistico venga bandito al più presto un concorso. Un progetto, scrive il Movimento, che ha visto il parere favorevole anche del Comitato dei parenti delle vittime, che sta collaborando alla progettazione degli spazi nel Parco della Memoria. “Si tratta di interventi di arte contemporanea permanenti e/o temporanei, quali forma di riflessione sulla memoria e di rielaborazione dell’evento, affidati previo bando di concorso a studenti e studentesse dell’Accademia Ligustica di Belle Arti”, si legge nella mozione che sarà presentata martedì 13 aprile in Sala Rossa.

Per il Comitato, scrivono: “È determinante riuscire ad alimentare la speranza per il futuro attraverso l’opera dei giovani con la loro freschezza espressiva e il loro entusiasmo”, e con questo progetto troverebbero uno spazio sotto il Ponte in cui esprimersi.

Una richiesta che non si limita alla sollecitazione del bando, ma visto che l’opera potrebbe anche essere temporanea i gruppi chiedono “che la realizzazione degli interventi sia sostenuta, anche in un’ottica di sviluppo pluriennale, con interventi temporanei periodici”.

Un progetto che, secondo i 5 Stelle, deve essere condiviso, affinché possa diventare “un progetto dell’intera città” per questo bisognerebbe “istituire un tavolo di lavoro da rinnovare annualmente, qualora l’opera fosse temporanea, composto da quattro rappresentanti del Comitato delle famiglie delle vittime, cinque rappresentanti del Collegio docenti dell’Accademia di Belle Arti, un rappresentante della Consulta degli studenti dell’Accademia stessa, dal sindaco o da un suo delegato, da un consigliere comunale di maggioranza e da un consigliere comunale di minoranza; il tavolo di lavoro dovrà occuparsi anche di definire la Commissione di valutazione delle proposte di intervento”.

L’idea oltre a essere stata accolta dal Comitato dei parenti delle vittime del Ponte Morandi ha visto l’interesse anche dell’Accademia Ligustica di Belle Arti, che si è resa disponibile sia al confronto in fase di progettazione degli spazi del Museo della Memoria che ospiteranno l’intervento artistico, sia a collaborare alla stesura del bando di concorso con cui selezionare gli interventi da realizzare, sia a partecipare ai lavori di selezione delle proposte facendo parte di una Commissione giudicatrice.

Rosangela Urso

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium