/ Cronaca

Cronaca | 22 aprile 2021, 12:30

Crollo Ponte Morandi: chiusa l'inchiesta. La GdF sta notificando gli avvisi ai coinvolti

Dall'inchiesta, durata circa 3 anni, sono venute a galla altre indagini sulla modalità di gestione delle aziende legate ad Autostrade

Crollo Ponte Morandi: chiusa l'inchiesta. La GdF sta notificando gli avvisi ai coinvolti

Stanno giungendo in queste ore le notifiche di chiusura indagini ad opera della Guardia di Finanza relative all'inchiesta sul crollo del Ponte Morandi di Genova e della gestione delle infrastrutture. Durante questi 3 anni infatti le forze dell'ordine hanno cercato di far luce sulle condizioni che hanno portato all'evento catastrofico che ha interessato il capoluogo ligure e che è costato la vita a ben 43 persone che nell'agosto del 2018 si trovavano a transitare il viadotto sul Polcevera. 

Successivamente ai due incidenti probatori indirizzati alla verifica delle condizioni strutturali del ponte Morandi e volti alla chiarezza sui reali motivi per cui è avvenuto il crollo, si sono andati ad avviare altri procedimenti: quelli relativi alla falsificazione dei documenti che attestavano le effettive condizioni dei viadotti, relativi alle barriere fonoassorbenti pericolose e altri accertamenti alle gallerie, avviati in seguito al crollo della Bertè avvenute nel mese di dicembre 2019. 

Le accuse quindi sostenute dai Pubblici Ministeri Massimo Terrile, Walter Cotugno e successivamente Paolo d'Ovidio, sono quelle relative ai reati di attentato alla sicurezza dei trasporti, omicidio colposo e omicidio stradale, crollo colposo e rimozione dolosa di dispositivi per la sicurezza sul posto di lavoro. Questi gli illeciti emersi a conclusione dell'indagine, che ha coinvolto 71 persone, cui saranno chiamati a rispondere in base alle loro responsabilità. 

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium