/ Politica

Politica | 09 ottobre 2021, 17:10

Il Cimitero Torbella a Rivarolo nel degrado, interpellanza del M5S al Comune

A suscitare il problema, serio e importante, il consigliere comunale Stefano Giordano, che denuncia “grave degrado”. La replica di Niccolò: “A Genova 35 cimiteri con tanti problemi, abbiamo fatto qualcosa e ci impegniamo a fare sempre di più”

Cimitero Torbella

Cimitero Torbella

Che i defunti debbano riposare in pace ed essere onorati come si conviene per quello che hanno fatto e dato in vita, non pare sia molto adeguato alla situazione dello storico cimitero Torbella di Rivarolo, dove il degrado è evidente, c’è molto disordine e la situazione in generale non è certo degna del luogo di riposo eterno. A rilevarlo, anche in seguito a proteste della gente che in quel luogo ha i propri cari che furono, è stato, in Consiglio Comunale, Stefano Giordano, esponente del Movimento 5 Stelle, che ha affrontato il problema e chiesto alla civica amministrazione se appare tollerabile tale stato di cose.

Giordano ha esplicitamente indicato “grave stato di degrado del cimitero Torbella a Rivarolo”, chiedendo “se e quando l’amministrazione intende intervenire per ridare dignità a questo luogo”. In Sala Rossa è arrivata la risposta dell’assessore e vice sindaco Massimo Nicolò, che non ha nascosto l’esistenza del problema, riguardante purtroppo non solamente il camposanto rivarolese, ma è situazione tristemente presente nella città intera. Giustificazione di una non adeguata situazione, abbastanza diffusa, è in parte il fatto che sotto la Lanterna ci sono ben 35 cimiteri. Non pochi e ai quali i governanti del capoluogo ligure, assicura Nicolò, dedicano la massima attenzione. 

“L’amministrazione ha attenzione a questi cimiteri”, ha replicato il vice sindaco al pentastellato, informando che lui personalmente ha effettuato, anche di recente, “una serie di sopralluoghi”. Non certo visite di cortesia ma piuttosto constatazione della situazione ma anche, ha detto l’esponente della Giunta Bucci, sopralluoghi “in seguito ai quali sono stati eseguiti una serie di interventi sia di manutenzione ordinaria sia straordinaria”.

Massimo Niccolò ha poi precisato come “nel primo semestre (dell’anno in corso, ndr) abbiamo organizzato una squadra specializzata che ha provveduto a eseguire degli sfalci e dei lavori di manutenzione del verde”. Tuttavia la mole degli interventi da farsi è notevole e nemmeno tanto facilmente risolvibile. Lo chiarisce ancora l’assessore comunale: “Certamente i lavori fatti finora in tutti i cimiteri non sono esaustivi e assicuro ai cittadini il nostro impegno per rendere questi luoghi della memoria sicuri e puliti”. Un desiderio della comunità tutta, forte e pressante, perché la visita ai cari estinti è una delle azioni che si fanno con maggiore commozione e imbattersi davanti a luoghi sacri come i cimiteri in degrado, fa davvero male al cuore e rattrista fortemente.

Dino Frambati

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium